breaking news New

Allenarsi a casa ai tempi del Covid-19: il protocollo tabata per tenersi in forma

allenarsi a casa Anche se sono sospese le partite e gli allenamenti devono essere svolti fra le mura domestiche o in giardino, le proposte di allenamento per tutte le età non mancano

Eccoci qua ad affrontare il tema calcio, e in particolare quello della preparazione dei portieri, in un momento storico e sociale molto difficile e complesso. Abbiamo assistito prima alla dura battaglia condotta dalla Cina, ora stiamo combattendo la nostra. Quest anno sarà certamente ricordato come l’anno della pandemia da Covid-19, ma anche in questo momento cerchiamo di analizzare il lavoro che riguarda i nostri portieri.

emanuele maggianiLa grande difficoltà lavorativa del nostro ruolo adesso è l’impossibilità di andare in campo per svolgere la nostra professione. I nostri portieri vivono la stessa situazione. Come sempre bisogna trovare le giuste soluzioni per i problemi che ci si pongono davanti, ma come fare per poter offrire un programma di allenamento in questo momento visto le ristrettezze che coinvolgono tutta la popolazione? Insieme a dei miei colleghi Chiara Salinetti e Cristiano Menci ho quindi deciso di iniziare un programma di allenamento on line coinvolgendo il più alto numero di portieri possibili. Ci siamo consultati anche con preparatori fisici professionisti: prof. Luigi Garofalo e prof. Mauro Taraborelli.

Dopo aver elaborato un programma di lavoro che permettesse di coinvolgere portieri di età diverse, abbiamo iniziato a ragionare su come e soprattutto attraverso quale piattaforma fare gli allenamenti. Dopo un’attenta programmazione abbiamo iniziato a fare allenamento in modalità videoconferenza. Quello che è chiaro è che abbiamo dovuto apprendere velocemente quali fossero le criticità di questo tipo di lavoro per renderlo adatto a tutte le età e a tutte le categorie.

Dopo un iniziale stupore per la nostra proposta abbiamo avuto molte adesioni anche da diverse città italiane, da nord a sud della penisola, abbiamo svolto il nostro primo allenamento in 7 e oggi facciamo abitualmente video-training con una media di 20 portieri. Certo è che abbiamo proposto un lavoro prevalentemente fisico, per ovvi motivi di spazio. Tutti i portieri hanno svolto il lavoro stando in casa, chi in camera, chi in salotto, chi in giardino. abbiamo lavorato anche con il pallone proponendo tutti esercizi adeguati alle rispettive situazioni.
La piattaforma da noi utilizzata è stata ZOOM.US, ma ovviamente ce ne sono molte altre altrettanto valide.

allenamento videoconferenza
La schermata di Zoom.us con i partecipanti collegati

Di seguito, in modo schematico, riporto un proposta di lavoro:
Tabata 20”-10” total body (20 secondi di lavoro perché il “protocollo tabata” prevede che l’esercizio vada effettuata ad intensità altissima ed aumentando il tempo di lavoro, ciò non sarebbe possibile)

  1. Jumping Jack (cardio)
  2. Piegamenti sulle braccia (arti superiori)
  3. Squat jump (arti inferiori)
  4.  Plank 3 appoggi (core)
  5. Burpees (cardio)
  6. Dip su panca (arti superiori)
  7. Affondi sagittali dietro (arti inferiori)
  8. Spider plank (core)

 

IL PROTOCOLLO TABATA
Scarica la scheda di approfondimento in formato pdf per scoprire i dettagli della nostra proposta di allenamento.

 

 

 

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password