breaking news New

Al fischio finale vince la solidarietˆ

Un bel pomeriggio di solidarietà di sport quello trascorso lo scorso 26 marzo al Comunale “La Croce” di Montegranaro. In campo si sono infatti sfidate la squadra della Comunità di San Patrignano (quarta in classifica nella Seconda Categoria, girone S, composta da 18 ragazzi che stanno affrontando il percorso di recupero) e la Folgore Veregra del patron Bartolini, militante nel girone F di Serie D.

Punteggio sul campo 3-1 a favore dei locali (vantaggio ad opera di Nazziconi, rigore di Padovani, tap-in di Gentile, tutto nella prima frazione, mentre nella ripresa gol della bandiera di Caiolfa e veregrensi che davano ampio spazio alla Juniores), ma nessuno ha focalizzato su questo la propria attenzione. Si è trattato di una importante iniziativa di solidarietà, con incasso totalmente devoluto in beneficienza proprio al centro di recupero e prevenzione di giovani ragazzi sfortunati fondato da Vincenzo Muccioli. 

Un’iniziativa resa possibile dai buoni rapporti che intercorrono tra Massimo Pironi, uno dei responsabili della struttura riminese, e Pasquale Fermani, storico Dirigente ed ex Presidente della Folgore Falerone, vicino al sodalizio calzaturiero. Complice il bel tempo e l’imminenza delle vacanze pasquali, quasi in 300 hanno gremito l’impianto, regalando una meravigliosa cornice all’evento che ha raccolto adesioni anche da lontano: presenti sugli spalti una rappresentanza delle altre comunità terapeutiche marchigiane collegate a quella romagnola, nonché gli striscioni dell’Anglad (Associazione Nazionale Genitori per la Lotta Alla Droga) provenienti da Tolentino, Rimini, Pesaro e Cesena.

Le due formazioni hanno interpretato al meglio lo spirito allegro e profondo dell’iniziativa, che si è potuto ravvisare anche nelle parole del mister e responsabile dell’ufficio legale della Comunità Marcello Chianese: “Lo sport è uno strumento di crescita con cui i nostri ragazzi si confrontano con le difficoltà, imparano il rispetto degli avversari e a fare gruppo. La nostra squadra non è composta dai calciatori più bravi, ma dai ragazzi che più si impegnano. Un grande ringraziamento alla Folgore Veregra che ha dimostrato grande vicinanza alla comunità e ai suoi ideali”.  

Focus Su > L’INIZIATIVA
Un francobollo per Falzetti                               
Un annullo filatelico speciale per ricordare Flavio Falzetti, storico calciatore di Civitanovese e Camerino, nonché direttore sportivo, scomparso nel marzo del 2013 a 41 anni per leucemia. Falzetti è ancora nei cuori di tutti gli appassionati di sport della nostra regione e non solo, per questo la notizia giunta lo scorso aprile ha commosso tutti. Poste Italiane ha deciso di dedicare un annullo filatelico alla memoria di Falzetti e Andrea Fortunato, calciatore scomparso per leucemia nel 1995. L’iniziativa è stata presentata a Salerno alla presenza del Presidente della Lega Serie B Andrea Abodi, del dirigente biologo dell’ospedale Federico II Massimo Zollo e di Davide Polito, Presidente dell’associazione Fioravante Polito. Nel corso della cerimonia di presentazione si è tenuto un incontro – dibattito sull’importanza dell’introduzione del Passaporto Ematico, che mira a inserire anche gli esami del sangue tra quelli obbligatori per ottenere l’idoneità sportiva in età giovanile. Falzetti, originario di Norcia ma marchigiano d’adozione, venne colto da malore durante la gara Riccione – Monturanese, squadra in cui militava, all’età di 27 anni. Poco dopo gli fu diagnosticato un linfoma Hodgkin a livello osseo-patico. Affrontò con forza incredibile quella che lui definì “la bestia”, raccontandola in un documentario e un libro, combattendola fino al 2013. L’annullo filatelico potrà essere ritirato presso le Poste Centrali di Salerno al costo di 5 euro e il ricavato sarà devoluto al Centro di Ematologia di Perugia, che accoglie i malati di leucemia.

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password