breaking news New

Alessandro Spanò, a 26 anni lo studio meglio della Serie B

Capitano della Reggiana, 26 anni, un futuro roseo in Serie B. Ma lo studio prima di tutto.

Così ha deciso Alessandro Spanò. A una settimana dalla promozione della sua Reggiana nei playoff: “La finale col Bari, come nemmeno nelle migliori sceneggiature di un film a lieto fine, è stata la mia ultima partita“.

Alessandro è stato tra gli artefici dello storico traguardo della squadra di Reggio-Emilia, di nuovo nella serie cadetta dopo 21 anni. Laureato in Economia e Management, ora ha la possibilità di poter proseguire gli studi all’estero.

Una scelta ponderata

Punto di riferimento della Reggiana, 187 partite e 15 gol da una parte, una borsa di studio con la Hult International Business School che lo porterà per circa due anni a San Francisco, Shangai e Londra dall’altra.

Non è stata una decisione dell’ultimo momento. Spanò aveva le idee ben chiare già da parecchio tempo: “È stato necessario agire così, per non distrarli durante i playoff, ora è arrivato il momento di seguire il cuore” ha detto in un videomessaggio pubblicato su Facebook.

Una scelta difficile, ma che non comporta rimpianti: “Prendo un’altra strada che mi porterà lontano dal calcio. Ho ottenuto una borsa di studio e l’ammissione in una Business School internazionale. Comincia un nuovo capitolo di questo gioco infinito che è la vita. Il mondo mi sta aspettando. Forse sono un po’ matto, lo so, ma la ragione non ha sempre ragione”.

Alessandro Spanò alza la coppa

Un esempio per tutti

Compagni di squadra e società sono rimasti sorpresi, quasi impietriti in un primo momento, a sono felici per l’ormai ex capitano della Reggiana. Il club ha così commentato: “Come nelle favole, è il sogno a dare forma al cammino dell’eroe. E tu sei il nostro. Dopo sei stagioni in granata e la promozione in Serie B appena conquistata, Ale Spanò è pronto a iniziare un nuovo percorso lontano dai campi di calcio. Il sorriso e l’energia della tua Reggio Emilia ti accompagnano anche in questo viaggio. Grazie e buona fortuna Capitano!

Una decisione lodata anche dal Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora:La sua storia può essere da esempio per tanti ragazzi“.

 

Leggi il nuovo numero di Calcio Illustrato!

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password