breaking news New
  • 8:07 am Norma et Facultas Agendi Diritto oggettivo, diritto soggettivo e facoltà di scelta per gli enti sportivi dilettantistici, alla luce della disciplina contenuta nel codice del terzo settore
  • 2:57 pm Modifiche regolamentari, ecco cosa cambia Introdotte variazioni che riguardano diversi importanti ambiti: dal tesseramento al riconoscimento del premio di preparazione che diventa prerogativa esclusiva delle Società dilettantistiche. Emanate anche le norme relative ai termini per l’invio delle liste di svincolo, le variazioni di tesseramento, i trasferimenti tra club della Lnd e professionistici
  • 2:13 pm 60 anni di LND – Una festa Magnifica A bordo della nave MSC Magnifica, una giornata speciale dedicata alla consegna del pallone dorato simbolo del sessantesimo anniversario della Lnd e dedicato a chi ogni giorno si impegna sul territorio per il bene del calcio
  • 4:14 pm Fine stagione: occhio a debiti e svincoli Nel passaggio da un’annata all’altra bisogna fare attenzione ad alcuni adempimenti di carattere tecnico-operativo inerenti al tesseramento e ai cosiddetti “giudizi definiti”
  • 7:39 am Gli adempimenti amministrativo-fiscali dell’anno 2019

Beppe Viola Awards, un premio speciale

Giornalisti, allenatori, giovani calciatori. L’elenco dei premi e dei premiati del torneo “Città di Arco” abbraccia tre categorie accogliendo da più di trent’anni nomi importanti del panorama nazionale

Pronunciare “Premio Beppe Viola” significa rivivere in tre parole 36 anni di calcio italiano. Trentasei anni di premiazioni, di storie da raccontare, di esempi da tramandare. Proprio come le cronache sportive del compianto Viola, sempre coinvolgenti ed evocative, ad ogni edizione del premio è come riaprire un grande libro dei ricordi continuando allo stesso tempo quella grande opera di promozione sportiva che altro non fa che divulgare i valori positivi dello sport. Sarà per questo motivo che il Premio Aics di Cultura Sportiva Beppe Viola continua a essere uno degli appuntamenti più suggestivi del panorama calcistico del nostro Paese.

Il premio, che accompagna il torneo di calcio giovanile Beppe Viola, coniuga perfettamente l’aspetto tecnico al messaggio culturale e sociale che ogni anno la manifestazione vuole diffondere. Un riconoscimento assegnato a personalità di elevato spessore umano e professionale e che degnamente accompagna un torneo che vuol dire amore per lo sport, uguaglianza, accoglienza e rispetto. In questa edizione, per volontà di tutto il comitato organizzatore, il patron Raffaele Minichino ha deciso di affiancare alla manifestazione un messaggio chiaro e deciso nella lotta contro il bullismo, sposando la campagna di sensibilizzazione “Il Beppe Viola dà un calcio al bullismo”.

zaniolo premiato durante i beppe viola awards 2019

“In un momento non sempre positivo per il nostro calcio, il torneo e il premio Beppe Viola incarnano alla perfezione i valori di fair play e lealtà che la Aics promuove da sempre”. Queste sono le parole del numero nazionale della Aics Bruno Molea, artefice da anni della splendida riuscita del Beppe Viola e che ha deciso di premiare in questa stagione Igor Trocchia, allenatore del Pontisola che ritirò la squadra dal campo nel corso di un torneo a Rozzano, a seguito di alcune offese razziste rivolte a un suo giocatore. Un gesto che suonò come un pugno verso ogni tipo di razzismo.

Dire no al razzismo e no al bullismo vuole dire anche “calmare” ed educare i propri genitori sugli spalti. A tal proposito il comitato del Beppe Viola ha premiato anche i ragazzi di Accademia Roma e Romulea che nella stagione in corso sono stati capaci di fermare il gioco per placare alcuni disordini che accadevano in tribuna dove erano coinvolti proprio i loro genitori. Correttezza e lealtà significa anche e soprattutto questo. Il cerchio si è poi chiuso con la realizzazione di un cortometraggio contro il bullismo girato dai ragazzi dell’I.C.I. Parini di Ostia. Un’opera bellissima dal titolo “Dai un Calcio al Bullismo” con protagonisti alunni e professori dell’istituto.

Un premio importante come il Beppe Viola merita anche una location d’eccezione. E quando si parla di veri valori dello sport non esiste posto migliore che il Salone d’Onore del Coni, “La Casa di tutti gli sportivi”, come ama chiamarla il presidente Giovanni Malagò, che negli anni ha visto premiare i migliori uomini sportivi del nostro Paese.

beppe-viola-awards-2019-il-calcio-illustrato-igor-trocchia

Se lo scorso anno il patron Menichino premiò tra gli altri li tecnico della SS Lazio Simone Inzaghi e il centrocampista della AS Roma Lorenzo Pellegrini, in questa stagione si è voluto fare ancora di più decidendo di celebrare in prima persona alcuni degli artefici più importanti del nostro calcio. Così, il 14 maggio scorso, la giuria del Premio Aics di Cultura Sportiva Beppe Viola ha consegnato i prestigiosi riconoscimenti per l’edizione 2019. Tra i premiati, oltre al Ct azzurro Roberto Mancini e al calciatore della Roma Nicolò Zaniolo, spiccano i nomi del “mondo Lnd” Andrea Montemurro (presidente della Divisione Calcio a 5 Lnd) e il già citato Igor Trocchia, nonché i giornalisti Carlo Paris (Rai) e Stefano Orsini (Responsabile sport TGR Lazio). Tutti a modo loro hanno contribuito alla crescita del nostro calcio e soprattutto dei giovani, aiutando tutto il movimento a scrollarsi di dosso anche vecchie paure.

il ct mancini premiato ai beppe viola awards 2019

Una parata di stelle che come ogni anno, da 36 anni, porta lustro e importanza a un premio e a un torneo che rappresentano la Champions League del calcio giovanile, capace di monopolizzare anche l’informazione di settore per oltre un mese. Proprio il Ct Roberto Mancini, in un giorno a lui molto caro perché anniversario della vittoria dello Scudetto quando vestiva la maglia della Lazio, ha lanciato un messaggio semplice ma molto importante al calcio italiano: “Il nostro calcio sta lavorando tanto per tornare dove merita. Sono sicuro che i nostri giovani sapranno far bene per riportarci in alto”.

E per un premio che celebra i giovani e accompagna uno dei più importanti tornei giovanili d’Italia non potevano esserci parole migliori. Appuntamento quindi al prossimo anno per una nuova edizione con numeri da record, come ormai il Premio di Cultura Sportiva Beppe Viola e il Trofeo Beppe Viola ci stanno abituando. Più partecipazione significa più consapevolezza, più sport, più valori, più lotta contro razzismo e bullismo.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password