breaking news New
  • 9:28 am Erogazioni Liberali 2019 Vediamo nel dettaglio i nuovi termini degli adempimenti dichiaratii cui devono attenersi le società sportive dilettantistiche
  • 1:12 pm Differenti idee della fase di possesso Come destreggiarsi nella scelta della modalità di sviluppo di questa fase fondamentale del gioco
  • 10:53 am Ullet Road Church Rebels FC. Più che una squadra, una famiglia A Liverpool c’è una realtà che offre accoglienza e una nuova speranza a ragazzi dal passato difficile che credevano di aver perso tutto
  • 9:41 am Trasferimenti e cessioni: novità normative In vista della nuova stagione sportiva va posta l’attenzione sul comunicato ufficiale n. 377 del 28 giugno 2019 della Lnd, dove si parla delle variazioni intervenute, tra gli altri, agli articoli 101, 103 bis e 110 delle NOIF
  • 12:00 pm Luca e Simone: due gemelli uniti dal pallone Entrambi difensori, entrambi cresciuti tra Cinecittà Bettini e Nuova Tor Tre Teste, da anni calcano i campi della Serie D (Simone ha vinto il campionato col Como). Ad accompagnarli, immancabili, ci sono i loro genitori Massimo e Anna. Ecco a voi la famiglia Sbardella

Calcio a 5, L’Italia di Musti vince e convince

partita calcio a 5 tra Italia e Argentina. Palazzetto Sold Out Gli azzurri chiudono alle spalle della superpotenza Argentina il triangolare internazionale di Pescara. Dopo il pareggio con l’albiceleste (3-3) arriva la vittoria in rimonta sulla Bosnia (3-2). Tanti i volti nuovi scesi in campo agli ordini del neo Ct

È un’Italia nuova. Un’Italia che piace. Un’Italia che è tornata a far appassionare. Serviva una ventata d’entusiasmo, e se è vero che chi ben comincia è a metà dell’opera, non si può che essere ottimisti. Per la prima uscita casalinga della Nazionale targata Alessio Musti – il commissario tecnico che ha preso il posto di Menichelli e che ha bagnato l’esordio con una doppia vittoria contro la Romania – la Divisione Calcio a 5, in collaborazione con la Figc, ha scelto di fare le cose in grande, portando al Pala Giovanni Paolo II di Pescara la superpotenza Argentina e la Bosnia. Un triangolare internazionale amichevole in cui contava tutto meno che il risultato. Ma anche quello non si può dire che non sia stato positivo.

Già, perché in diretta su RaiSport e in un palazzetto sold out da diversi giorni, dove era presente anche il presidente della Figc, Gabriele Gravina, l’Italia ha cullato il sogno di poter battere i campioni del mondo in carica. Noi, così giovani e per certi versi inesperti. Loro, che solo a sentire nominare gente come Borruto, Cuzzolino e Taborda facevano paura. E invece, fino a 44 secondi dalla fine eravamo in vantaggio 3-1, grazie ai gol di De Oliveira, capitan Ercolessi e Cesaroni. Poi, la beffa. Il pareggio. L’amarezza, certo, ma anche la consapevolezza di essersela giocata alla pari.

Il ct della nazionale calcio a 5 Alessio Musti da indicazioni

Due giorni dopo, l’Italia è scesa di nuovo in campo contro la Bosnia. Nel confronto sembrava non dovesse esserci partita, e invece gli azzurri hanno incontrato più difficoltà del previsto. Difficoltà che fa però rima con maturità. Quella di una squadra che ha saputo andar sotto due volte (0-1 e 1-2) e poi vincere la partita con De Oliveira e la doppietta dell’esordiente Marcelinho. Uno dei tre volti nuovi del nuovo ciclo aperto da Musti: oltre a lui, anche Biscossi e Ugherani (che aveva già esordito in Romania). Le risposte sono arrivate, dentro e fuori dal campo. Il cammino verso il Mondiale del 2020 passa anche da qui.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password