L’Italia del calcio si è fermata, almeno fino al 3 aprile. Il Coronavirus, nemico invisibile, aveva illuso che l’epidemia si potesse contenere adottando provvedimenti meno restrittivi: sospensioni dei campionati per…

Continua a leggere