breaking news New

Come cresce la giovane Italia dei Dilettanti

Puntare sui giovani non è un slogan per la LND, ma un impegno portato avanti con un progetto articolato. Nel corso degli anni ci sono stati tanti esempi, il più eclatante dei quali Gianluigi "Gigi" Donnarumma, attuale estremo difensore del Milan. Ora il progetto fortemente sostenuto dal presidente LND Cosimo sibilia sta portando importanti risultati. Analizziamoli partendo dai numeri

Otto in Serie A, sei in Serie B e due in Serie C. Sono i numeri dell’ultimo approdo nei professionisti di giovani dilettanti (alla chiusura dell’ultimo mercato invernale) che hanno vestito la maglia di una delle Rappresentative LND in questo scorcio di stagione, bruscamente interrotto dall’epidemia da coronavirus.

Puntare sui giovani non è un slogan per la Lega Nazionale Dilettanti ma un impegno portato avanti con un progetto articolato, impostato su base triennale a partire dall’insediamento della governance guidata da Cosimo Sibilia.

Un vero e proprio restyling delle selezioni giovanili, avviato nel 2017, e che ha portato non solo all’ampliamento del numero delle selezioni (passato da 3 a 5) ma che ha visto anche il potenziamento delle attività di scouting, del comparto tecnico e di quello sanitario.

Il “Progetto Giovani” si muove con le modalità di un vero e proprio club, seguendo le attività di selezione e di addestramento con un team di esperti e mettendo a disposizione dei calciatori una serie di professionalità in grado di arricchire il loro bagaglio di esperienze, oltre ad offrire occasioni importanti per mettere in mostra il proprio talento.

I DATI PRIMA DELLO STOP

Ampliare lo scouting, intensificare i rapporti col territorio e puntare sulla formazione professionale: è intorno a questi tre fondamentali concetti che è stata sviluppata una nuova strategia di valorizzazione dei migliori talenti appartenenti ai campionati dilettantistici.

Il programma di lavoro, con obiettivi fissati lungo un triennio, ha consentito alla LND di conseguire risultati straordinari come le quattro finali di tornei giovanili disputate nel 2019, un record nella storia delle sue selezioni. Sono 660 le gare visionate fino al 28 febbraio scorso, grazie a un roster di 38 osservatori distribuiti su tutto il territorio nazionale.

Tra scouting e raduni territoriali, la Rappresentativa Serie D-Under 18, tra le selezioni LND è quella che ha inciso maggiormente sui trasferimenti ai “prof” nella sessione invernale del mercato, con 4 giocatori passati a club di Serie A, 2 di Serie B e 2 di Lega Pro, per un totale di 8. Segue l’Under 17 con 3 (2 in A e 1 in B), l’Under 15 con 3 (1 in A e 2 in B) e l’Under 16 con 2 (1 in A e 1 in B).

COORDINAMENTO SANITARIO

Accanto al lavoro di tecnici e osservatori, c’è quello del coordinamento sanitario nazionale, diretto dal professor Carlo Tranquilli, che già dalla passata stagione sportiva ha uniformato le linee guida dell’attività medica (ad esempio la gestione degli infortuni) delle Rappresentative Nazionali, e che da questa stagione, al momento interrotta, aveva esteso il raggio d’azione ai Comitati Regionali della LND.

IL REPORT

A partire dal 2014 la Lega Nazionale Dilettanti raccoglie in una dettagliata pubblicazione tutti i dati generali dell’attività delle sue Rappresentative Nazionali. Di stagione in stagione il report si è arricchito si sezioni, numeri e statistiche per dare una panoramica completa sul mondo delle sue selezioni giovanili.

Nella stagione 2018-19 sono state 1.200 le gare visionate e 736 i calciatori segnalati. Di questi 224 sono stati convocati almeno una volta e 79 si sono poi trasferiti nei professionisti. I più gettonati sono stati gli attaccanti (25), a seguire i difensori (28), poi i centrocampisti (22) e i portieri (4).

Dalla stagione 2014-15 a quella 2018-19, il report evidenzia un trend di crescita dei calciatori convocati dalle Rappresentative Nazionali della LND e trasferiti in società professionistiche, dal 14% del 2014-15 al 29% del 2018-19.

I dati riportati nella tabella qui sopra si riferiscono al report sull’attività svolte dalle Rappresentative Nazionali LND nella stagione 2018-19

LE SELEZIONI

Sono cinque le Rappresentative Nazionali della LND. Under 19-Serie D e Under 18 sono state affidate a Giuliano Giannichedda. L’ex centrocampista di Udinese, Lazio e Juventus, è stato l’unico ad aver preso parte a uno dei tornei in programma nel corso della stagione.

La selezione Under 18 si è fermata a un passo dalla finale del Torneo Roma Caput Mundi, vinto poi dalla Nazionale del Kosovo, nel mentre stava preparando la spedizione alla Viareggio Cup, dove la Rappresentativa Serie D avrebbe affrontato nel girone eliminatorio Milan, Botafogo e New York.

L’Under 17 è guidata invece da Calogero Sanfratello che, nella passata stagione alla guida dell’under 16, ha raggiunto la finale della Scirea Cup (poi vinta dalla Juventus) e ottenuto il terzo posto al Torneo della Pace.

Un salto in avanti anche per Andrea Albanese, dall’Under 15 all’Under 16: per il tecnico friulano un secondo posto al Torneo di Cava dei Tirreni, con la finale persa soltanto ai rigori contro i pari età della LegaPro.

Per l’Under 15 infine un altro ex “prof”: si tratta di Roberto Chiti, difensore del Pisa degli anni d’oro che si era già cimentato con le Rappresentative LND guidando i Giovanissimi della Toscana.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password