breaking news New
  • 8:07 am Norma et Facultas Agendi Diritto oggettivo, diritto soggettivo e facoltà di scelta per gli enti sportivi dilettantistici, alla luce della disciplina contenuta nel codice del terzo settore
  • 2:57 pm Modifiche regolamentari, ecco cosa cambia Introdotte variazioni che riguardano diversi importanti ambiti: dal tesseramento al riconoscimento del premio di preparazione che diventa prerogativa esclusiva delle Società dilettantistiche. Emanate anche le norme relative ai termini per l’invio delle liste di svincolo, le variazioni di tesseramento, i trasferimenti tra club della Lnd e professionistici
  • 2:13 pm 60 anni di LND – Una festa Magnifica A bordo della nave MSC Magnifica, una giornata speciale dedicata alla consegna del pallone dorato simbolo del sessantesimo anniversario della Lnd e dedicato a chi ogni giorno si impegna sul territorio per il bene del calcio
  • 4:14 pm Fine stagione: occhio a debiti e svincoli Nel passaggio da un’annata all’altra bisogna fare attenzione ad alcuni adempimenti di carattere tecnico-operativo inerenti al tesseramento e ai cosiddetti “giudizi definiti”
  • 7:39 am Gli adempimenti amministrativo-fiscali dell’anno 2019

Domusbet Catania, che poker!

Samb-vs-Catania-domusbet-il-calcio-illustrato-header Sulla sabbia di Alghero gli etnei conquistano il quarto trofeo iridato superando un bel Terracina per 5-3 dopo l’extra time al termine di una rimonta emozionante

Cinque giorni di eventi, 28 partite giocate, 387 gol complessivi segnati dalle 18 squadre coinvolte per una media di 13,8 reti a partita. Questi sono i numeri che fotografano al meglio la portata di una manifestazione come quella della Coppa Italia AON di Beach Soccer andata in scena ad Alghero dal 22 al 26 maggio.

Una coppa equilibrata, dall’alto tasso tecnico e ricca di colpi di scena non poteva risolversi se non all’extra time dopo una rimonta all’ultimo respiro, imprevedibile e indimenticabile: così l’ha conquistata il Catania di fronte a un Terracina che ha quasi toccato la linea del traguardo.

Sarà stata la magia di quella sabbia accarezzata lo scorso settembre dalla Nazionale italiana campione d’Europa o il valore dei protagonisti giunti da ogni angolo del mondo, dal Brasile al Giappone, dal Paraguay alla Grecia passando per Portogallo, Spagna e tanti altri Paesi, fatto sta che il primo trofeo della stagione ha ribadito che quello italiano è il campionato più bello al mondo.

Il Catania ha conquistato la sua seconda coccarda tricolore consecutiva, la quarta dopo quelle del 2004, 2005 e 2018, quest’ultima sempre sul Terracina. Per il club dell’elefantino è il decimo trofeo nel circuito ufficiale, ora è il sodalizio più titolato in Italia. Avrebbe meritato il successo anche il Terracina che si è dovuto arrendere per 3-5 all’extra time dopo aver subito la rimonta dei siciliani. A tre minuti dal fischio finale i tigrotti erano avanti di due lunghezze poi tra il 9’ e il 10’ Sciacca e Zurlo hanno riportato la gara in parità.

All’extra time ancora il nazionale azzurro Zurlo e quello brasiliano Catarino hanno consegnato la coppa a un Catania mai domo che ha ripetuto l’impresa compiuta in semifinale (rimonta negli ultimi minuti sul Napoli e successo ai rigori). La gara è esplosa nella seconda metà in un crescendo rossiniano che ha lasciato senza fiato gli spettatori. D’altronde Catania-Terracina è la classica del beach soccer italiano con le due squadre che in sedici anni si sono affrontate 32 volte scrivendo la storia di questa disciplina sportiva.

Una sfida mai banale se pensiamo che in nove occasioni i due club si sono affrontati per la conquista di un trofeo e in tutto in bacheca possono fare bella mostra dei loro 19 titoli (dieci gli eteni e nove i pontini).

Decisivi nelle ultime due partite cruciali per il Catania l’attaccante della nazionale Emmanuele Zurlo (6 gol nel torneo) e il brasiliano Catarino (5 centri, due in semifinale e uno in finale). Bene anche Paolo Palmacci che ha impresso sei firme in questa coppa.

In una squadra che annovera tra le sue fila il meglio del beach soccer nazionale e mondiale si è fatto largo anche Fabio Sciacca che dopo un inizio folgorante nel calcio a undici (Serie A con Catania e Nazionale U20) e un brutto infortunio dopo nove anni ha ritrovato la gioia di calciare un pallone sulla sabbia.

Nel Terracina decisivo l’apporto in zona gol del brasiliano Duarte (7 reti) a cui è andato il riconoscimento come miglior giocatore del torneo. In evidenza anche l’altro verdeoro Dmais (5 gol) e il bomber sempre verde Pasquale Carotenuto (4 centri). Il progetto di mister Angelo D’Amico costruito sui giovani dopo quattro anni sta dando i suoi frutti.

LE GRANDI DELUSE

Tanta delusione e rammarico per le altre pretendenti al trono Napoli, Samb e Viareggio. I ragazzi di Raffaele Moxedano hanno dimostrato di aver costruito una squadra molto competitiva (in grande spolvero i gemelli portoghesi Martins e lo spagnolo Edu Suarez) fermata solo dal fato, ai rigori, in semifinale dal Catania dopo essere stata avanti anche di due lunghezze nei tempi regolamentari. Ko ai rigori anche nella finale di consolazione che comunque è valsa al Napoli un 4° posto, il migliore nella storia del club partenopeo.

Stesso discorso per il Viareggio con il Terracina nell’altra semifinale. La squadra di Stefano Santini – rinforzata da innesti di assoluto valore come i nazionali brasiliani Bruno Xavier e Lucas, e dal bomber svizzero Stankovic, che si sono aggiunti agli azzurri Carpita, Marina e Gori – nel giro di pochi istanti di un terzo tempo pazzo ma bellissimo hanno gettato al vento quanto costruito nel resto del match. La buona notizia è che la Nazionale italiana può stare tranquilla: il bomber Gabriele Gori ha sfoggiato una forma invidiabile laureandosi capocannoniere della coppa con 10 gol.

La Samb si è fermata ai quarti – anch’essa col Catania – cedendo 4-3 e chiudendo in vantaggio il primo tempo. L’infortunio patito da Franco Palma durante il match (per lui cinque gol in una gara e mezzo) e una ripresa strepitosa degli etnei hanno fiaccato le speranze dei marchigiani, che comunque si sono dimostrati competitivi: Pedro Moran con 8 centri ha chiuso come vice bomber della kermesse, mentre Jordan e Perciamontani insieme hanno collezionato otto gol.

LE DICHIARAZIONI

Soddisfatto il Coordinatore del Dipartimento Beach Soccer Roberto Desini: “La bellezza di questa competizione ha battuto anche il maltempo, nonostante la pioggia abbiamo assistito a una finale di grande livello dopo le semifinali altrettanto emozionanti. Questa coppa, organizzata nel migliore dei modi, ci dice che il movimento gode di ottima salute. Con queste premesse si prospetta una stagione esaltante”.

Dello stesso tenore le dichiarazioni del numero uno del CR Sardegna Lnd Gianni Cadoni: “Sono felice per la buona riuscita dell’evento. Ringrazio il presidente Cosimo Sibilia e tutto il Consiglio Direttivo della Lnd per averci concesso questa opportunità. Il CR Sardegna, insieme al Dipartimento, ha riposto presente, con passione, impegno e professionalità. Credo proprio che la fiducia riposta nei nostri confronti sia stata soddisfatta. Tutti quanti, in qualità di rappresentanti della Lnd, abbiamo fatto una bella figura dando lustro alla nostra istituzione. L’apprezzamento manifestato dal Comune e dalla Fondazione Alghero sono un incoraggiamento per organizzare in futuro eventi di dimensioni internazionali”.

Le 28 gare di coppa giocate dalle 18 squadre coinvolte hanno regalato emozioni che sono andate oltre i gol da incorniciare, il gesto atletico, la parata esemplare, la rovesciata memorabile. Ad Alghero è andata in scena una grande festa dello sport. Cinque giorni di grande Beach Soccer targato Figc-Lega Nazionale Dilettanti, l’unico ufficiale e originale, un evento aperto a tutti che ha coinvolto un pubblico eterogeneo di ogni età e sesso. Questo è lo spirito dello sport estivo più praticato al mondo, questo è il calcio della Lnd che da 60 anni promuove un calcio che dà grande forza ai valori. Quegli stessi valori che dallo sport si trasferiscono nella quotidianità della vita.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password