breaking news New
  • 9:21 am Fusioni, scissioni e cambio di sede: scadenze e novità Analizziamo alcune modifiche regolamentari recentemente approvate dalla Figc per la stagione 2020-21 volte a salvaguardare le società della Lega Nazionale Dilettanti in vista della ripresa dell’attività sportiva
  • 9:01 am Contest Tambu: Inventa il gioco da tavolo Parma Calcio 1913 Grazie alla collaborazione tra Tambù e Parma Calcio 1913 è stato lanciato il Contest per la realizzazione del Gioco da tavolo del Club calcistico.
  • 6:30 am Il sistema elettronico univoco Dal 1° luglio 2020 la FIFA farà entrare in vigore per tutte le Federazioni il nuovo strumento di digitalizzazione delle informazioni per i tesserati sia nel Calcio a undici che nel Futsal maschile e femminile
  • 8:00 am La corretta alimentazione estiva In estate è ancora più importante prestare attenzione ad alcuni accorgimenti in ambito alimentare per affrontare al meglio il caldo e arrivare in forma alla nuova stagione sportiva
  • 8:06 am Campionato eSerieD: Torres regina del Round 1    Si è dovuto attendere l’ultimo respiro dell’ultima giornata per sapere chi, tra Torres, Savoia e Palermo, avremmo trovato in cima al Round 1 della eSerieD

Europei 1968: la prima volta dell’Italia

Gli Europei del 1968 ospitati e vinti dall'Italia sono stati pieni di sorprese e novità. Sui social vi abbiamo chiesto di rispondere ad alcune domande, ecco le risposte corrette

Un campionato europeo organizzato e giocato in casa. Tensioni, emozioni e partite decise negli ultimi minuti. O lanciando in aria una monetina. O giocando la stessa partita 48 ore dopo. Gli Europei del 1968 sono stati il primo trofeo continentale conquistato dall’Italia guidata da Ferruccio Valcareggi e che poteva vantare campioni come Riva, Facchetti, Mazzola, Zoff e Anastasi, giusto per citare i più altisonanti.

Terza edizione del torneo, gli Europei del 1968 ospitati e vinti dall’Italia sono stati pieni di sorprese e novità. Sui social vi abbiamo chiesto di rispondere ad alcune domande, ecco le risposte corrette:

Gli europei 1968 hanno una particolarità. Quale?

È la prima edizione a introdurre i gironi eliminatori. Precedentemente, infatti, il torneo prevedeva qualificazioni a eliminazione diretta

Semifinale Italia URSS: risultato finale?

Pareggio. No, non abbiamo sbagliato a scrivere. Dopo 120 minuti estenuanti per entrambe le formazioni, il risultato non è cambiato, rimanendo sempre fermo allo 0-0 iniziale. La decisione, come da regolamento, sarebbe spettata alla sorte, lanciando una moneta in aria.

L’arbitro chiede al capitano della Nazionale italiana Giacinto Facchetti di scegliere tra testa o croce. La scelta del capitano risulta propizia: l’Italia si aggiudica il match e accede alla finale in cui incontrerà la Jugoslavia

Italia – Jugoslavia è stata una finale davvero particolare. Perché?

È stata disputata due volte. Il primo match, infatti, si è concluso col risultato di 1-1 (39′ Jugoslavia in vantaggio  con Džajić, pareggio degli azzurri all’80esimo con Domenighini). I tempi supplementari non hanno cambiato i precari equilibri dei 90 minuti regolamentari. Il regolamento di allora prevedeva, in questi casi, la ripetizione della partita a distanza di 48 ore.

Nella seconda finale l’Italia ha la meglio. I gol di Rombo di Tuono Riva (12′) e Anastasi (31′) sanciscono la vittoria degli Azzurri e la conquista del primo campionato europeo della storia della Nazionale italiana.

Chi vinse la classifica marcatori?

Dragan Dzajic, attaccante della Jugoslavia con 2 gol. Gli Europei del 1968 sono stati piuttosto avidi di reti gonfiate dalle prodezze dei centravanti.

A quota 1 gol ci sono due giocatori dell’Inghilterra,Bobby Charlton e Geoff Hurst; e tre calciatori italiani, Pietro Anastasi, Angelo Domenghini e Gigi Riva. Rombo di Tuono ha il primato del gol più veloce del torneo, segnato dopo 11 minuti dall’inizio del match, proprio durante la seconda finale.

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password