breaking news New

FC Aprilia Racing Club: un calcio al Coronavirus

Lo sport vicino alla comunità cittadina. Il presidente della società FC Aprilia Racing Antonio Pezone ha consegnato 2.000 mascherine al Comune della località laziale. I dispositivi di sicurezza saranno consegnati alle famiglie in difficoltà

Il calcio è spesso indissolubilmente legato con la comunità cittadina locale. L’FC Aprilia Racing Club non fa eccezione.

Gesti di solidarietà sono sempre belli da compiere e ricevere, soprattutto in tempi come questi, con il Coronavirus che ha destabilizzato e cambiato le abitudini di tutti. La necessità di dispositivi di sicurezza utili, se non indispensabili, per la salute individuale e altrui, è sempre alta.

Per questo motivo il presidente della società sportiva Antonio Pezzone ha deciso di donare al Comune di Aprilia 2000 mascherine. Un regalo favorevolmente accolto dal presidente del Consiglio Comunale, Pasquale De Maio.

Siamo orgogliosi nel nostro piccolo di aver dato un piccolo contributo ad Aprilia – afferma Pezone -. Il nostro intento è quello di farle utilizzare a chi ne ha bisogno e non ha possibilità di acquistarle. In questo momento di profonda difficoltà per tutti credo che il sostegno principale debba essere rivolto a tutti coloro che hanno una situazione critica; il nostro gesto va esattamente in questa direzione”.

Gli fa eco il presidente del consiglio Comunale De Maio: “Il gesto del presidente Pezone non mi sorprende. Per quanto riguarda le iniziative legate al sociale, è sempre stato in prima linea. Questo rappresenta l’ennesimo gesto nobile e di grande solidarietà. Lo ringrazio a nome del Sindaco Antonio Terra e di tutto il Comune”.

Queste 2000 mascherine vanno ad aggiungersi agli altri dispositivi di sicurezza donati nel corso di queste settimane da diverse aziende del territorio apriliano.

Il Comune di Aprilia conta circa 80.000 abitanti. La grande maggioranza della popolazione sta rispettando il distanziamento sociale e tutte le comunicazioni della Protezione Civile, riuscendo così a limitare il numero di casi da Coronavirus.

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password