breaking news New

Foursquare. Luoghi da scoprire e condividere

Il nostro viaggio nel mondo dei social network arriva a una tappa estremamente interessante e originale; quella di Foursquare. Nel nostro percorso abbiamo imparato come ogni strumento “social” possegga peculiarità e funzionalità specifiche che lo connotano in modo definito rispetto a tutti gli altri, offrendo possibilità di utilizzo spesso uniche e Foursquare da questo punto di vista è forse l’esempio perfetto. Le caratteristiche di questo social network risultano poi particolarmente coerenti e interessanti per il mondo del calcio dilettantistico, Foursquare, infatti, è una rete sociale basata sulla geolocalizzazione*: permette cioè agli utenti registrati di condividere la propria posizione geografica con i propri contatti via gps, attraverso un dispositivo mobile o uno smartphone. Oltre alle applicazioni gratuite per i dispositivi Android, iPhone iPad, e Blackberry, Foursquare mette a disposizione anche una versione web.

DIMMI DOVE SEI E TI DIRÒ DOVE SONO
La storia di questo strumento social è relativamente recente, ma già ricca di episodi molto interessanti. L’idea iniziale dei creatori, quella che ha dato impulso alla sua realizzazione e accompagnato i primi anni di vita del social, era quella di permettere a gruppi di amici di scambiarsi notizie relative ai posti che frequentavano; comunicare quindi, in tempo reale, la propria posizione legata alla visita di un determinato luogo, un locale pubblico, uno stadio o un cinema e affiancare a questa notizia particolari sulle attività svolte in quel momento.
In questo modo si raggiungevano due obiettivi: facilitare l’incontro fra le persone in contesti affollati e consigliare quali attività svolgere in determinati luoghi (cose eccellenti da vedere piuttosto che ottimi cibi a prezzi convenienti ecc…). A questa idea, tutto sommato semplice, gli ideatori hanno affiancato sin dall’inizio una componente ludica che ha determinato nella prima fase di vita dello strumento il suo successo. Alla base del meccanismo c’era infatti il “check-in”, ovvero la registrazione digitale della propria posizione in un determinato luogo, che veniva ricompensata con dei punti e dei riconoscimenti (badge) in base alla fedeltà, ovvero alla frequenza con la quale si frequentavano determinati luoghi. I punti formavano poi una classifica basata sui check-in relativi ai sette giorni precedenti e della quale facevano parte tutti i contatti della stessa città.

Chi effettuava più check-in in uno stesso luogo nei precedenti sessanta giorni, veniva eletto virtualmente “sindaco” di quel luogo e il suo avatar veniva inserito nella pagina relativa al luogo. Non venivano contati i check-in effettuati più volte al giorno nella stessa localizzazione e i check-in potevano essere condivisi anche tramite Facebook e Twitter tramite il collegamento fra i propri rispettivi profili. I badge, dal canto loro, consentivano di ricevere ricompense, sotto forma di prodotti, dai locali convenzionati. In questo periodo, che possiamo collocare fra il 2009 e il 2012, Foursquare è stato probabilmente il social più discusso e analizzato al mondo. Ha vinto numerosi riconoscimenti internazionali come miglior servizio di localizzazione ed è stato molto imitato da diversi altri attori del panorama tecnologico, raggiungendo i 50 milioni di utenti sparsi nel mondo.

Fra le tante le innovazioni via via introdotte ricordiamo la possibilità di inserire commenti e foto ai check-in, l’inserimento delle sezioni “Categorie più esplorate” e “Primi posti” ma, soprattutto, l’introduzione della sezione “Esplora”, con la possibilità di trovare luoghi interessanti nelle vicinanze della posizione fisica, sulla base dei propri gusti o di quelli dei propri amici e partendo dai check-in da questi realizzati. Nel 2011 Foursquare ha inoltre ampliato le possibilità offerte alle aziende di accedere a monitoraggi e statistiche sulle persone che effettuano check-in nei propri locali e di offrire specials ai propri clienti.
A partire dal 2013, dopo aver toccato i 750 milioni di check-in in un anno, gli utenti hanno cominciato a diminuire così come i check-in e Foursquare ha così deciso di introdurre significativi cambiamenti nella propria struttura. Le problematiche più rilevanti che avevano portato a una sorta di declino dello strumento, erano da riscontrare soprattutto nella scarsa tutela della privacy che derivava dai check-in che rivelavano in modo preciso dove la persona si trovasse in quel momento aprendo una serie di criticità. Per questo su Foursquare sono state eliminate le funzioni caratteristiche dei primi anni, togliendo la possibilità dei check-in e di ottenere premi di fedeltà, dando invece maggiore possibilità all’utente di raggiungere più velocemente quello che cerca. In questo modo si è accentuato il posizionamento del database di luoghi di Foursquare come livello infrastrutturale di tutti i servizi web e mobile basati sulla geolocalizzazione ed è entrato più in concorrenza con altri strumenti web più vicini al mondo dei suggerimenti e consigli come Trip Advisor, Yelp e Google Maps.

FOURSQUARE PER LE SOCIETÀ DILETTANTISTICHE
L’obiettivo di una società di calcio dilettantistico nell’utilizzare Foursquare è leggermente diverso da quello che ci si potrebbe porre utilizzando altri strumenti social; da una parte può essere maggiormente mirato, oltre che alla diffusione del nostro “marchio” e al rafforzamento della community, a fornire opportunità aggiuntive ai nostri eventuali sponsor; dall’altra può incrementare la popolarità degli eventi sportivi e sociali a cui si partecipa. Esiste, poi, come abbiamo visto sopra, anche la possibilità di aprire una pagina aziendale (in questo caso occorre però fare attenzione ai costi che non sono previsti per l’attivazione e la realizzazione dello spazio ma ne comportano per i click ricevuti sull’annuncio) e alcune iniziative cominciano a diffondersi in modo interessante anche collegati allo sport e al calcio in particolare.   
Al di là di questa opzione Foursquare resta però una sfida interessante per una società di calcio dilettantistico, che sicuramente oggi potrebbe dare un vantaggio competitivo reale alle proposte, sia in termini di immagine che di ritorni permettendo un’integrazione utilissima con quanto viene organizzato sul proprio territorio. In questa logica tutte le sinergie che la società di calcio dilettantistico riesce ed è abituata a sviluppare nel proprio contesto riusciranno a riempire di contenuti la presenza su Foursquare e ad amplificare la portata mediatica degli eventi.

ISTRUZIONI PER L’USO

Registrarsi su Foursquare è molto semplice: dal pc occorre andare sulla pagina iniziale (https://it.foursquare.com), cliccare sul pulsante giallo in alto a destra e scegliere l’opzione che preferiamo fra la registrazione tramite i nostri profili Facebook o Google (in questo modo verranno acquisite in modo automatico tutte le informazioni che ci riguardano) oppure utilizzando una propria e-mail. Se opteremo per questa seconda strada, si aprirà una schermata in cui dovremo inserire alcuni dati (obbligatori sono il nome, l’indirizzo e-mail e la data di nascita); proseguendo ci verranno proposte alcune categorie fra  le quali indicare, se lo si desidera, quelle che preferiamo (tipologie di locali, prodotti ecc…); procedendo
con l’invio ci ritroveremo immediatamente registrati e potremo cominciare a usufruire di tutti i servizi e le potenzialità di Foursquare. Da un dispositivo mobile si può invece scaricare la app gratuita e poi procedere con la registrazione con le stesse modalità appena descritte.

Una volta effettuato l’accesso è subito possibile consultare la lista dei posti e delle attività consigliate, selezionate sulla base delle scelte fatte precedentemente e delle segnalazioni dei nostri amici. È inoltre possibile lasciare commenti su luoghi e attività commerciali che si sono visitati e condividerli con gli altri. Se poi volessimo ancora utilizzare la funzione check-in nei luoghi che visitiamo basterà installare anche la app Swarm, costola di Foursquare.

In alto a sinistra nella homepage si trovano due motori di ricerca: uno dove poter inserire il nome della località che stiamo cercando o che ci interessa o la nostra effettiva localizzazione in quel preciso momento e l’altro che propone già un menù con voci di ricerca predefiniti (i migliori nelle vicinanze – proposte da Foursquare – promozioni, cibi, vita notturna, caffè, shopping, arte all’aperto, alla moda, luoghi salvati precedentemente e aperti di recente).

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password