breaking news New
  • 9:28 am Erogazioni Liberali 2019 Vediamo nel dettaglio i nuovi termini degli adempimenti dichiaratii cui devono attenersi le società sportive dilettantistiche
  • 1:12 pm Differenti idee della fase di possesso Come destreggiarsi nella scelta della modalità di sviluppo di questa fase fondamentale del gioco
  • 10:53 am Ullet Road Church Rebels FC. Più che una squadra, una famiglia A Liverpool c’è una realtà che offre accoglienza e una nuova speranza a ragazzi dal passato difficile che credevano di aver perso tutto
  • 9:41 am Trasferimenti e cessioni: novità normative In vista della nuova stagione sportiva va posta l’attenzione sul comunicato ufficiale n. 377 del 28 giugno 2019 della Lnd, dove si parla delle variazioni intervenute, tra gli altri, agli articoli 101, 103 bis e 110 delle NOIF
  • 12:00 pm Luca e Simone: due gemelli uniti dal pallone Entrambi difensori, entrambi cresciuti tra Cinecittà Bettini e Nuova Tor Tre Teste, da anni calcano i campi della Serie D (Simone ha vinto il campionato col Como). Ad accompagnarli, immancabili, ci sono i loro genitori Massimo e Anna. Ecco a voi la famiglia Sbardella

Google Plus, il motore del tuo mondo

Google+ è l’ultimo arrivato nel panorama ormai vasto dei social network e dopo un primo periodo di difficoltà, ha cominciato ad acquisire sempre più importanza e oggi punta a collocarsi nei primi posti della classifica di settore. Il segreto del successo è molto semplice e sta proprio nel suo nome: si tratta infatti del social network del motore di ricerca più potente al mondo (molti dicono l’unico) che, fatta esperienza con lo sfortunato Google Buzz1, sembra aver trovato la chiave giusta per aprire la porta che gli può consentire di avere un ruolo importante anche nel settore dei social.

LA RIVOLUZIONE DELLE CERCHIE
Il primo elemento chiave da comprendere di Google+ è la gestione dei contatti, che qui avviene attraverso il sistema delle cerchie che rappresentano il vero e proprio fulcro della condivisione. In pratica possiamo organizzare i nostri contatti mettendo insieme le persone secondo le caratteristiche comuni che a loro attribuiamo creando in questo modo gruppi omogenei di interesse.
Questa caratteristica in un primo momento può spiazzare un po’ anche l’utente avvezzo all’utilizzo di altri social network, dove non esiste una “segmentazione degli utenti”, ma si entra in un’ottica globale. Quella di Google+ è anche una logica diversa dal funzionamento dello stesso motore di ricerca sempre più orientato ai contenuti che non alla loro organizzazione. Su Google+ prima si sceglie con chi comunicare, successivamente si pensa al contenuto. Questo modello di creazione di gruppi omogenei può essere particolarmente utile per il mondo delle società di calcio dilettantistico che abbiamo visto, in una precedente puntata, hanno pubblici diversi e segmentati. Con le Cerchie, fra l’altro, si può coniugare la massima visibilità di alcuni contenuti con un’efficace politica di privacy in grado di consentire quella sicurezza che alle volte su altri strumenti social non si riesce a garantire. Cliccando sul pulsante “Home” del menù Google+, in alto a sinistra, apparirà un menu a tendina nel quale, contraddistinto da due cerchi sovrapposti, c’è la voce “Persone”. Selezionandola si hanno a disposizione più alternative per gestire le cerchie o trovare contatti da aggiungere ad esse. Il lavoro iniziale di creazione delle nostre cerchie è, dunque, fondamentale, per un buon utilizzo di Google+.

La prima schermata che ci viene proposta è il “Trova persone” che propone una serie di nomi e immagini di persone potenzialmente interessanti con interessi simili ai nostri o estratte dalle cerchie di amici. Sempre da questa pagina, digitando una parola chiave, potremo trovare persone con interessi simili ai nostri da includere nelle nostre cerchie oppure utilizzare la ricerca per interessi (datore di lavoro, casella email, scuola frequentata, ecc.) che ci viene proposta. Questa funzione ci serve, quindi, per crearci un primo database di interlocutori attingendo da quelli già presenti sul social.
La seconda voce di menù che troviamo sotto il capitolo “Persone” è “Ti hanno aggiunto alle cerchie” da cui potremo vedere gli utenti di Google+ che ci conoscono e che sono interessati a quello che facciamo. Visualizzando i vari profili presenti nella sezione potremo aggiungerli o meno alle nostre cerchie. Accedendo alla funzione “Le tue cerchie” potremo creare le nostre cerchie, modificare quelle esistenti e persino eliminarle. Per riempire le cerchie basterà trovare il contatto che ci interessa, posizionarsi sull’icona che appare e trascinarla (tenendo premuto il pulsante sinistro del mouse) dentro la cerchia. Tutte le volte che aggiungeremo un nuovo contatto ci verrà chiesto in quale cerchia vogliamo inserirlo e ogni contatto potrà essere inserito in più cerchie.

L’individuazione delle cerchie discende dunque direttamente da quei ragionamenti sui target di riferimento che abbiamo visto essere una fase importante della strategia di marketing e che abbiamo individuato, per le nostre società di calcio in queste categorie: atleti, staff tecnico e personale interno della società, famiglie dei tesserati, organi di stampa e comunicazione, sponsor, tifosi, istituzioni e opinion leader locali. A queste vanno aggiunti altri pubblici eventualmente rilevanti per la nostra realtà locale. Costruendo bene queste cerchie ci metteremo in condizione di condividere al meglio i nostri contenuti ai soggetti che ci interessano. Una volta elaborato il contenuto desiderato si potrà pubblicarlo cliccando sul pulsante “Condividi”. Importante nella gestione dei contenuti sarà il buon utilizzo degli hashtag che, ricordiamo, sono parole, espressioni o frasi senza spazi precedute dal cancelletto (#) che si trasformano in veri e propri motori di ricerca e aiutano gli utenti dei social network a rintracciare più facilmente gli argomenti di loro interesse.
Per verificare quali siano gli hashtag più visitati su Google+ sarà sufficiente inserire quello che vogliamo usare nel motore di ricerca e controllare i risultati che appaiono: se saranno numerosi e aggiornati vorrà dire che l’hashtag scelto è sicuramente di successo. Alle volte Google+ attribuisce in automatico un hashtag al post pubblicato e questo può essere cancellato passando col cursore del mouse sul post e cliccando sul simbolo x oppure disattivando l’opzione “Aggiungi hashtag correlati di Google sui nuovi posto che creo” nel menù impostazioni del nostro account.

LO STRUMENTO PERFETTO PER LE SOCIETÀ
Ci sono altre tre funzioni particolarmente interessanti per una squadra di calcio dilettantistico nel menu “Home” di Google+: la prima è “Pagine”, che consente di creare una pagina per un’attività o servizio. Cliccando su questa voce e sulla funzione di creazione di una pagina si apriranno tre categorie, una di queste (“Brand”) dedicata a squadre sportive, iniziative no profit ecc… in cui con creatività si può creare uno spazio veramente interessante. La seconda è “Community” che dà la possibilità, appunto, di creare gruppi di interesse con modalità di fruizione e interazione fra gli appartenenti pubblica o privata (con limitazioni).
La terza è “Eventi”, sezione che ci consente di creare eventi e tenere sotto controllo quelli a cui siamo iscritti. La creazione del nostro evento su Google+ è piuttosto semplice: cliccando sull’icona nuovo evento si aprirà il menù di creazione che consente di impostare nome, data, descrizione, posizione (integrata con Google Maps), privacy dell’evento ed è possibile inserire un tema adatto al tipo di evento che si intende proporre. La particolarità degli inviti pubblici agli eventi Google Plus è che tutti possono essere invitati e rispondere all’evento anche se non iscritti al social network. L’evento potrà poi essere amplificato attraverso “Hangouts”, una chat che mostra l’elenco delle persone o pagine delle nostre cerchie con cui è possibile comunicare anche effettuando video chiamate.
Le possibilità offerte da Google+ sono, dunque, molte e ancora una volta il mondo dei social propone a quello del calcio dilettantistico suggestioni e opportunità da cogliere.

ISTRUZIONI PER L’USO
Chi possiede già un account Google può accedere a Google+ utilizzando le stesse credenziali. Diversamente occorre andare sulla pagina principale di Google e cliccare sulla scritta +Tu (o digitare https://accounts.google.com). A questo punto si aprirà la maschera di accesso da dove creare il nuovo account: ciccando su “Crea un account” si aprirà la pagina di registrazione e dovremo inserire: nome e cognome; nome utente; password; data di nascita; sesso; cellulare e indirizzo e-mail (facoltativi); codice di verifica (generato in modo casuale); Paese e accettare i termini di servizio e le norme sulla privacy.

Cliccando sul tasto “Passaggio successivo”, la registrazione viene completata e si passa alla pagina per la creazione del proprio profilo potendo inserire un’immagine di profilo e un’immagine di copertina, interessi e informazioni riguardanti il lavoro, l’istruzione, blog, e-mail, numeri di telefono e collegare il nostro canale YouTube. Completato il profilo potremo iniziare subito ad utilizzare Google+ oppure seguire le istruzioni fornite che, in modo chiaro e didascalico illustrano tutte le funzionalità dello strumento.

A questo punto possiamo cominciare a cercare i nostri amici già iscritti a Google+ e organizzare successivamente i nostri contatti attraverso il sistema delle cosiddette “Cerchie”, ovvero mettendo insieme le persone secondo le caratteristiche comuni che a loro attribuiamo creando in questo modo gruppi omogenei di interesse. È anche possibile effettuare una vera e propria ricerca per “parole chiave”, grazie alla quale trovare persone con interessi simili ai nostri da aggiungere alle nostre cerchie.

Ora possiamo iniziare a pubblicare i nostri post e foto utilizzando il menù a tendina che ci permette di stabilire da chi sarà visibile quello che stiamo per pubblicare (solo a una o a tutte le nostre Cerchie, oppure soltanto ad alcune persone…) personalizzando al massimo la nostra comunicazione. Nella “Home” o nella pagina “Profilo” è poi presente un box con scritto “Condividi le ultime novità…“, contenente varie opzioni: testo (simbolo matita), foto (fotocamera), link (catena), video Youtube ed evento (calendario).
Il nostro post potrà essere solo testo oppure testo più foto o link ecc…

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password