breaking news New

Il sistema elettronico univoco

Dal 1° luglio 2020 la FIFA farà entrare in vigore per tutte le Federazioni il nuovo strumento di digitalizzazione delle informazioni per i tesserati sia nel Calcio a undici che nel Futsal maschile e femminile

Su indicazioni della F.I.F.A. contenute nella Circolare n. 1679, a partire dal prossimo 1° Luglio 2020 – salvo deroghe riferite all’eventualità che i termini della stagione sportiva 2020/2021 vengano posposti a causa dell’emergenza “coronavirus” – sarà obbligatoria anche per la Federcalcio l’adozione di un sistema elettronico univoco che consenta alla F.I.F.A. stessa di centralizzare tutte le informazioni di tesseramento dei calciatori e delle calciatrici a livello internazionale, sia professionisti che dilettanti.

Una delle conseguenze più importanti riguardo l’introduzione di tale nuovo sistema riguarderà la messa a punto di due distinti archivi informatizzati per le attività di Calcio a 11 e di Calcio a 5. Dalla stagione sportiva 2020/2021, pertanto, sarà attribuita ad ogni calciatore e calciatrice l’effettiva attività svolta nell’ambito delle due differenti discipline sportive,  in ragione della possibilità prevista dalle normative della F.I.F.A. per il contestuale tesseramento di un atleta a favore di una Società di Calcio a 11 e di Calcio a 5, peraltro non solo in Italia ma anche all’estero.

In previsione della necessità di uniformarsi a tali norme, per ogni calciatore e calciatrice dovranno essere associati due distinti stati e storici di tesseramento: uno relativo alla cronologia dei periodi di tesseramento e svincolo per l’attività di Calcio a 11 e uno relativo alle attività di Calcio a 5.

Alla base della disciplina della F.I.F.A. vi sono le disposizioni contenute nell’Allegato 7 del proprio Regolamento sullo Status e il Trasferimento dei calciatori che, come detto, oltre a stabilire che un calciatore o una calciatrice possono essere tesserati, allo stesso tempo, per una Società di Calcio a 11 e una Società di Calcio a 5, anche appartenenti a Federazioni diverse,  recita, inoltre – al pari di quanto previsto per i tesserati di Calcio a 11 –, che gli stessi possono essere tesserati per un massimo di tre club di Calcio a 5 durante la stessa stagione sportiva, e che in tale periodo il calciatore/calciatrice può disputare partite ufficiali solo per due di tali Società.

Le novità connesse alla richiamata normativa internazionale hanno posto, ovviamente, la necessità di compiere i necessari approfondimenti di carattere tecnico e regolamentare a livello italiano. A tale riguardo, la Lega Nazionale Dilettanti ha richiesto e ottenuto la costituzione di un apposito tavolo tecnico con la F.I.G.C., che naturalmente comprende anche la Divisione Calcio a Cinque e i rispettivi Sistemi Informativi, per definire necessariamente un aggiornamento regolamentare della materia in tempo utile rispetto all’entrata in vigore delle disposizioni della F.I.F.A.

Si dovranno considerare i casi dei calciatori e delle calciatrici che svolgono una sola delle due discipline sportive, quelli che potranno svolgerle contemporaneamente nel Calcio a 11 e nel Calcio a 5 in diverse Società o, come già viene praticato da molti tesserati, nella stessa Società che è attiva in entrambe le discipline. In aggiunta, si dovranno regolamentare anche i casi di calciatori e calciatrici che potranno svolgere attività di una delle due discipline in Italia e dell’altra all’estero.

In tal senso, appare evidente che le normative attuative dovranno prevedere degli specifici paletti per salvaguardare le importanti esigenze di organizzazione e di linea di continuità agonistica delle Società, non soltanto di quelle che in ambito dilettantistico devono sottoscrivere accordi economici con i propri tesserati e tesserate.

Inoltre, si dovrà rivedere l’impianto del vigente articolo 118 delle Norme Organizzative Interne della Federcalcio che, come noto, disciplina la cosiddetta “variazione di attività” dei calciatori e delle calciatrici dilettanti, i quali possono avere un tesseramento con una Società di Calcio a 11 e di Calcio a 5, ma devono scegliere, ogni stagione sportiva, a quale delle due attività intendono prendere parte, lasciando in “quiescenza” il tesseramento con la Società che partecipa all’attività della disciplina sportiva che il tesserato intende temporaneamente sospendere.

 

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password