breaking news New
  • 12:00 pm Il ruolo del portiere-libero Non solo abilità podalica, ma anche e soprattutto grande visione di gioco e capacità di essere parte integrante dell’azione: ecco come si è evoluto il ruolo del cosiddetto “sweeper keeper”
  • 2:20 pm L’inclusione sociale prima di tutto Squadra femminile, Scuola calcio per persone con disabilità intellettiva (EDI), hockey su sedia a rotelle e tanto altro. Esiste un club, a Valencia, che ha fatto della socializzazione la sua ragione di vita. E ne va molto orgoglioso
  • 12:00 pm World Cup ora sei più vicina Dopo un avvio in salita gli Azzurri di Musti superano a pieni voti il Main Round di avvicinamento al Mondiale in Lituania. Prima, però, c’è da superare un “girone di ferro”
  • 11:00 am Una voglia mondiale di vincere Dopo il trionfo europeo l’instancabile capitano azzurro sogna per l’Italia il titolo più importante: quello di campione del mondo
  • 10:47 am Gli ESports conquistano Coverciano E'partito dal “Tempio del Calcio” di Coverciano l’itinerante Road Show 2k20,sotto forma di torneo,organizzato dalla Lnd per dare ampio spazio a una tematica attuale e inclusiva come quella degli ESports

Impianti di Genova, accordo trovato

Il presidente del CR Giulio Ivaldi: "Questo è un giorno importantissimo"

È la vittoria del presidente Giulio Ivaldi (nella foto) che, appena eletto al vertice del calcio ligure, aveva messo il rifacimento dei campi di calcio di Genova al primo posto del suo programma di lavoro. Così era soddisfatto ma anche comprensibilmente emozionato quando, per conto del Comitato Regionale Liguria della Lnd, insieme a Regione Liguria e Comune di Genova ha messo le firme sull’Accordo di Programma finalizzato alla manutenzione straordinaria e alla messa in sicurezza degli impianti genovesi dedicati al calcio.

Per tutti noi che amiamo il calcio dilettantistico, dirigenti federali e delle società, allenatori, giocatori, ragazzi e bambini questo è un giorno importantissimo – ha spiegato Ivaldi -. Questa è una data fondamentale per il nostro movimento che viviamo con una grandissima emozione. Dopo tanti anni parte infatti il processo di riqualificazione degli impianti per il calcio nell’ambito del comune di Genova. Un intervento radicale su ben sei impianti ormai obsoleti, la speranza è addirittura che il numero possa a breve crescere con l’aiuto e il sostegno di aziende private. Questa operazione è stata resa possibile solo grazie al fattivo intervento delle istituzioni ed è per questo che il nostro ringraziamento va al presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e all’assessore allo Sport Ilaria Cavo, al sindaco di Genova Marco Bucci, all’assessore al Bilancio Pietro Piciocchi e al consigliere delegato allo Sport Stefano Anzalone. Come Federazione mettere i nostri ragazzi e le nostre ragazze nelle condizioni di giocare a calcio in ambienti sicuri e puliti era una priorità. Ciò permetterà alle nostre società di continuare a svolgere quella funzione sociale che stanno portando avanti tra tante difficoltà. Ma proprio campi nuovi, sicuri e funzionali potrebbero dare la spinta a tutto il movimento per tornare a crescere dopo che in questi anni alcune società, qualcuna anche storica, ha dovuto alzare bandiera bianca. E in un momento così particolare e complicato per la nostra città questi sono segnali importanti: Genova non si piega e rialza la testa”.

La Federazione, attraverso un report dettagliato, ha allegato un elenco di campi di calcio che necessitano di interventi, indicando urgenze e priorità: il “Ligorna”, il “Boero” a Ca’ de Rissi”, il campo “25 aprile”; il “Monsignor Sanguineti” a Quarto Alta, lo “Strinati” in via Mogadiscio, il “Ferrando” a Prà, il “Ceravolo” al Lagaccio, il “Grondona” a Pontedecimo e il “Vallebona” a Pian di Ferretto. Le risorse disponibili garantiscono il rifacimento dei primi sei campi di questo elenco, senza escludere la possibilità che con nuove risorse reperite dal privato si possa scalare la graduatoria, come prevede l’accordo stesso. Gli interventi sui campi hanno un importo di 310 mila euro ciascuno e riguarderanno principalmente il rifacimento del manto in erba sintetica.

Con questa operazione diamo una risposta concreta, di grande impatto e molto attesa dal mondo calcistico dilettante genovese – afferma Ilaria Cavo, assessore allo Sport della Regione Liguria -. Erano anni che non si interveniva sui campi. Dopo 20 anni l’erba sintetica ha una sua scadenza naturale e si è reso indispensabile un intervento che le società ci hanno segnalato con urgenza e, visto che le istanze provenienti dal territorio sono fondamentali, abbiamo deciso di fare sistema con il Comune di Genova e la Lnd per rispondere a queste richieste”.

È un grandissimo risultato per il mondo calcistico genovese – asserisce il consigliere delegato allo sport del Comune di Genova Stefano Anzalone -. Un momento di vitale importanza per le nostre società sportive che compiono enormi sacrifici per consentire a tanti ragazzi e ragazze di fare sport nella nostra città. Questi investimenti sono la testimonianza di un amministrazione del fare e vicina al territorio”.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password