breaking news New

In campo con la Goal-Line Technology

L’Honduras è stato battuto con facilità dalla formazione francese, guidata da un Benzema gran protagonista della serata con 3 gol segnati sui 3 del risultato finale. L’Honduras non ha praticamente creato gioco, non è risultata quella squadra di tagliagambe così come certa stampa francese l’aveva inizialmente dipinta, ma si è senza dubbio dimostrata una delle squadre più deboli del torneo.

La seconda rete della Francia, assegnata grazie alla Goal-Line Technology

Il vantaggio della Francia è nato da un calcio di rigore messo a segno da Benzema nell’ultimo minuto del primo tempo. Nella ripresa il battesimo della tecnologia Goal Line in campo: un tiro dello stesso Benzema batte sul palo alla sinistra di Valladares, corre sulla linea di porta e poi deviato dallo stesso estremo difensore la supera per un istante prima di essere cacciata via. E’ gol, ma senza la tecnologia introdotta per questo Mondiale 2014 sarebbe stato impossibile dirlo con certezza.

Quello che la Goal Line Technology ha tolto ai commentatori del post partita è stato il lunghissimo confronto sul “secondo te era goal” che poteva riempire una buona fetta di ogni trasmissione televisiva. Questo l’aspetto meno serio della faccenda, quello più significativo è invece questo: la verità nello sport, quella perenne zona d’ombra racchiusa in pochi centimetri attorno alla linea di porta è stata effettivamente illuminata.
Nel resto della gara, il 3° gol della Francia è arrivato al 72esimo sempre con Karim Benzema e poi solo attesa del fischio finale. Ma per il calcio ieri sera qualcosa è cambiato.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password