breaking news New

La favola della Sicula Leonzio, unica squadra dalla A alla D a non aver subito gol

È una storia di quelle che fanno sgranare gli occhi, quella raccontata ieri dalla Gazzetta dello Sport sulla squadra della provincia di Siracusa promossa lo scorso anno nella più importante serie dilettantistica. 

La società nata quattro anni fa è il progetto di un giovanissimo imprenditore di Lentini, Giuseppe Leonardi, che chiusa la sua carriera da calciatore ha deciso di rilevarne la proprietà per ridare alla cittadina un club che potesse far parlare di sé. E in questi giorni di parole sulla Sicula Leonzio i quotidiani ne hanno spese, viste le sue imprese. Dopo sei giornate di campionato, il piccolo club bianconero occupa la seconda posizione in classifica del Girone I di Serie D, con 14 punti (4 successi e 2 pareggi), a soli due punti dalla capolista Igea Virtus.

Fin qui, nulla di straordinario. Ma va aggiunto che il club bianconero al momento mantiene sul territorio nazionale il primato di unica squadra con la porta inviolata, che si parli di Serie A, Serie B, Serie C o Serie D.

Un record che dura da una settimana e che la vittoria di misura contro la Frattese nell’ultima giornata di campionato ha riconfermato. Allenata dal giugno del 2015 dal tecnico Seby Catania, la squadra gioca con un 4-2-3-1 che, per ammissione dello stesso allenatore, è modellato sull’Inter di Roberto Mancini, primo ispiratore di Catania. Che invece, sul piano caratteriale, si definisce un sanguigno versione Klopp o Simeone. Con lui il club ha centrato la promozione in Serie D, e ora sta veleggiando nella parte alta della classifica. Merito del suo lavoro e in più delle parate del giovane numero 1 Christian Biondi, classe ’98, che si gode questo momento di popolarità.

Tutti contentissimi ovviamente, ma il record è solo una soddisfazione in più, i piedi restano ancorati a terra e lo sguardo punta dritto al prosieguo del campionato dove fare meglio possibile con le risorse a disposizione: “Manteniamo alta la soglia dell’attenzione e continuiamo a lavorare e migliorare senza mai guardare la classifica, – sottolinea il tecnico Seby Catania. A fine stagione vedremo quello che succederà…”.  

  

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password