breaking news New
  • 12:00 pm World Cup ora sei più vicina Dopo un avvio in salita gli Azzurri di Musti superano a pieni voti il Main Round di avvicinamento al Mondiale in Lituania. Prima, però, c’è da superare un “girone di ferro”
  • 11:00 am Una voglia mondiale di vincere Dopo il trionfo europeo l’instancabile capitano azzurro sogna per l’Italia il titolo più importante: quello di campione del mondo
  • 10:47 am Gli ESports conquistano Coverciano E'partito dal “Tempio del Calcio” di Coverciano l’itinerante Road Show 2k20,sotto forma di torneo,organizzato dalla Lnd per dare ampio spazio a una tematica attuale e inclusiva come quella degli ESports
  • 10:55 am L’unione che fa la forza In area romana il futsal sta vivendo una nuova giovinezza grazie al grande lavoro delle società a partire dal settore giovanile
  • 11:32 am La squadra ai tifosi, perchè no? Oltre l’immagine per lo più negativa che si tende ad associare al tifo organizzato, ci sono realtà sane che sono ripartite proprio grazie alla passione dei propri supporters

La GLT arriva in Serie A

“Nel prossimo consiglio federale proporrò la creazione di una commissione tecnica per introdurre la goal line technology dalla prossima stagione in Serie A”. E’ quanto detto oggi dal presidente della Figc Carlo Tavecchio ai microfoni di Radio Parlamento. A una settimana dalla richiesta del Ds dell’AC Milan Galliani, la Federazione italiana ha dunque scelto di dar il via al’applicazione di alcune novità tecnologiche nel campionato di A a partire dalla prossima stagione.

Goal Line technology prima di tutto, come accaduto in Premier League e in Bundesliga, e inoltre una soluzione tecnica per stabilire con esattezza che un fallo sia avvenuto dentro o fuori dall’area di rigore, un’alternativa alla moviola: “Sono Fifa e Ifab che devono rispondere alla nostra istanza di prevedere la tecnologia per determinare l’esatta posizione del giocatore, se dentro o fuori area – ha spiegato Tavecchio. – Il fallo resterebbe a discrezione dell’arbitro, ma con questa tecnologia, in 23 secondi si può stabilire se l’azione è avvenuta dentro o fuori dall’area”.

La scorsa settimana i club del primo campionato tedesco hanno optato per un “rivoluzionario” sì all’adozione della tecnologia per stabilire se il pallone abbia o meno oltrepassato la linea di porta in caso di incertezza: lo strumento scelto è stato l’hawk-eye. Il via all’adozione di questo strumento l’aveva dato in questa stagione la Premier League: gol incerto in Aston Villa-Arsenal nella prima di campionato e l’occhio di falco che scioglie i dubbi. Ora sarà la volta della Serie A.

Un passo alla volta, per il momento non essendo possibile una estensione nell’applicazione di questi strumenti anche agli altri campionati. Sullo sfondo infatti c’è sempre il taglio da parte del Coni di 25 milioni di contributi. Allora, se da un lato l’obiettivo è quello di puntare sull’innovazione, dall’altro si afferma anche la necessità di tagli nelle spese che permettano di recuperare i fondi venuti a mancare questo anno. Si farà a meno dalla prossima stagione degli assistenti di area, sostituiti per l’appunto da telecamere: “Siamo in difficoltà a reperire i fondi, in ambito federale la spesa più alta è quella arbitrale che equivale ad un terzo del bilancio. Portogallo, Spagna, Inghilterra e Francia non hanno gli arbitri di porta. […] Dobbiamo ridurre i costi. […] Gli interventi riguarderanno gli arbitri e le Leghe, dovremo tagliare circa 9 milioni alla Lega di B e alla Lega Pro”.

Gli arbitri di area sono sostenuti con forza dalla Uefa, in questo senso la decisione della Figc va in controtendenza.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password