breaking news New
  • 4:11 pm La Cremonese premiata per il progetto Thisability Rivolto alle persone con disabilità, il riconoscimento è stato conferito dal Network PreSa “Prevenzione e Salute” per l’impegno della società in ambito sociale
  • 10:54 am Bambini e pallone oltre le sbarre “La partita con Papà”: quando il gioco del calcio scende sul campo della solidarietà sociale
  • 10:28 am Legge di Bilancio 2019: sarà sanatoria fiscale? In attesa della conversione in legge, si commentano i contenuti e i provvedimenti dell'Agenzia delle Entrate connessi al d.L. collegato alla legge di bilancio 2019 per quanto di riferimento allo sport dilettantistico
  • 3:57 pm Benvenuti nel mondo dello Special One A volte risulta antipatico, altre arrogante, ma i numeri parlano chiaro: José Mourinho è un allenatore poco spettacolare ma molto vincente. E il suo metodo, basato sulla gestione del gruppo e sull'organizzazione, ha fatto scuola
  • 12:15 pm Il calcio “leggero” di Marco Mazzocchi Il giornalista sportivo della Rai è l'uomo che ha dato spazio ai Dilettanti sulla tv di Stato sul programma “B come Sabato”. “Raccontare il calcio di provincia, quello più legato al territorio, è stato divertente e bellissimo”

La matematica aiuta il calcio

Sono allo studio due algoritmi che supporteranno le squadre di calcio sia sul fronte sportivo che su quello economico

Una coppia davvero efficace: uno suggerisce quale allenamento scegliere per evitare spiacevoli infortuni, l’altro misura le performance degli atleti e le analizza per suggerire  acquisti e cessioni. Si tratta di due studi scientifici realizzati dall’Istituto di scienza e tecnologie dell’informazione del Consiglio nazionale delle ricerche (Isti-Cnr) in collaborazione con l’Università di Pisa

Il primo, Injury Forecaster, è stato  realizzato insieme al Barcellona Football Club: gli allenamenti dei blaugrana sono stati monitorati per una stagione attraverso dispositivi Gps installati sulle pettorine e l’algoritmo, nel tempo, ha imparato ad associare i diversi dati al rischio di infortunio diventando in grado di predirne l’arrivo in allenamento con una precisione superiore al 50% (le tecniche attualmente esistenti raggiungono appena il 5%).

Il secondo algoritmo, PlayeRank, è stato sviluppato insieme all’azienda italiana Wyscout ed è in grado di valutare le performance dei calciatori grazie a un database composto da milioni di eventi riguardanti quasi tutte le competizioni del globo, di cui viene registrata ogni interazione tra giocatori e palla: in questo modo PlayeRank crea una classifica e osserva come varia la prestazione di un calciatore nel tempo, permettendo anche di definire i parametri di “acquisto” o “vendita” da parte delle società calcistiche.                  

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password