breaking news New
  • 9:28 am Erogazioni Liberali 2019 Vediamo nel dettaglio i nuovi termini degli adempimenti dichiaratii cui devono attenersi le società sportive dilettantistiche
  • 1:12 pm Differenti idee della fase di possesso Come destreggiarsi nella scelta della modalità di sviluppo di questa fase fondamentale del gioco
  • 10:53 am Ullet Road Church Rebels FC. Più che una squadra, una famiglia A Liverpool c’è una realtà che offre accoglienza e una nuova speranza a ragazzi dal passato difficile che credevano di aver perso tutto
  • 9:41 am Trasferimenti e cessioni: novità normative In vista della nuova stagione sportiva va posta l’attenzione sul comunicato ufficiale n. 377 del 28 giugno 2019 della Lnd, dove si parla delle variazioni intervenute, tra gli altri, agli articoli 101, 103 bis e 110 delle NOIF
  • 12:00 pm Luca e Simone: due gemelli uniti dal pallone Entrambi difensori, entrambi cresciuti tra Cinecittà Bettini e Nuova Tor Tre Teste, da anni calcano i campi della Serie D (Simone ha vinto il campionato col Como). Ad accompagnarli, immancabili, ci sono i loro genitori Massimo e Anna. Ecco a voi la famiglia Sbardella

Linked In, la passione diventa professione

In questo numero della nostra rubrica parliamo di un social un po’ anomalo rispetto a quelli che abbiamo sin qui analizzato, o meglio, di un social che ha peculiarità molto forti e distintive che non sono facilmente paragonabili con quelle degli altri strumenti. Si tratta di LinkedIn, una rete che cresce a velocità vertiginose e che vede ogni settimana circa un milione di nuovi iscritti. Il termine “rete” è quello che meglio identifica LinkedIn, poiché ci troviamo di fronte a una vera e propria tessitura di relazioni, nata per creare e sviluppare contatti professionali e che ha dato vita a una rete sociale sul web, gratuita e con alcuni servizi a pagamento.

L’obiettivo primario di LinkedIn è quello di consentire agli iscritti di avere a disposizione una lista di persone affidabili con un profilo professionale utile; le persone sono definite “connessioni” proprio per rendere ancora più efficace il concetto di rete e possono essere anche di secondo grado (le connessioni delle connessioni di un determinato utente saranno per lui connessioni di secondo grado) o di terzo grado (le connessioni delle connessioni di secondo grado). La gestione del servizio è fatta da una società che ha sede, manco a dirlo, a Palo Alto in California, ma più del 40% degli utenti sono fuori dagli USA, dove peraltro la diffusione di LinkedIn è capillare e consolidata. La diffusione di questo strumento è stata però parzialmente frenata dal fatto che, fino a pochi anni fa, fosse esclusivamente in lingua inglese e, quindi, non risultava attraente per un pubblico vasto e la maggioranza delle persone preferiva accostarsi al mondo del lavoro utilizzando altri strumenti.

LinkedIn è, oggi, un enorme database di profili professionali, costruiti dagli stessi utenti, corredati da una serie di algoritmi utili a cercare tra i profili e costruire ed evidenziare le connessioni tra di essi. A differenza di altri social che veicolano contenuti e utilizzi di diversa natura, Linkedin è concentrato sul mondo del lavoro, proponendosi come il punto di riferimento principale per chi vuole trovare contatti e progetti di natura professionale attraverso la rete e gli obiettivi fondamentali di chi si approccia a questo strumento sono quelli di ottenere di essere presentati a qualcuno che si desidera conoscere attraverso un contatto mutuo e affidabile; trovare offerte di lavoro, persone, opportunità di business; pubblicare offerte di lavoro e ricercare potenziali candidati.

LinkedIn, tuttavia, non è solo questo, ma può offrire utilizzi di un certo interesse sia per le persone che per le aziende e le realtà associative. Solo per citare alcune di queste potenzialità si può qui richiamare come questo strumento permetta di controllare la propria notorietà sul web; digitando il proprio nome sui motori di ricerca, infatti, il profilo di LinkedIn, se esistente, appare fra i primi posti dei risultati, offrendo al navigatore una pagina di risultati controllati dallo stesso autore. LinkedIn permette anche di connettersi o ritrovare amici e colleghi anche quando fisicamente ci si allontana e si cambiano le residenze o i posti di lavoro ma anche di confrontarsi con altri utenti su tematiche particolari e scambiarsi informazioni specifiche e professionalmente elevate.
Linkedin può, quindi, essere usato per attrarre visite sul nostro sito internet o sui nostri blog; un traffico di navigatori mirato, sia per quanto riguarda gli aspetti geografici che demografici; ma questo social può essere utile anche per entrare in contatto con potenziali clienti delle nostre attività; oppure per promuovere il nostro marchio.

La funzionalità più importante per raggiungere questi obiettivi è quello dei gruppi, che favoriscono l’aggregazione e la condivisione di informazioni fra persone omogenee. I gruppi sono organizzati proprio per zone geografiche, ma possono anche essere strutturati per settori e i partecipanti possono scegliere di ricevere gli aggiornamenti sulle discussioni che vengono affrontate. Tutti gli iscritti possono proporre la costituzione di gruppi e lanciare argomenti. Creare e gestire gruppi ma anche partecipare a gruppi è un ottimo modo per fare networking.

LINKEDIN PER LE SOCIETÀ DILETTANTISTICHE
A una società di calcio dilettantistico non mancano certamente gli argomenti da trattare all’interno di gruppi creati ad hoc, e possono spaziare dalla tecnica alle modalità migliori per condurre buoni allenamenti e evitare infortuni; dall’utilità sociale del calcio alle attività da promuovere per migliorare la presenza della società di calcio nel proprio contesto e tanti altri argomenti ancora. Una presenza su LinkedIn che deve essere accompagnata da una puntuale attività di aggiornamento della pagina istituzionale della società e delle eventuali pagine vetrina e da post sponsorizzati che possono essere inseriti e riuscire a coinvolgere in modo interessante le aziende che sostengono le nostre attività. Questo non è un aspetto affatto trascurabile e può offrire un buon argomento nel momento in cui attiviamo la ricerca di sponsor; Linkedin, infatti, permette di rivolgersi direttamente ai decision-maker di molte aziende; di farlo in un modo estremamente profilato e con una percentuale di conversioni molto più alta rispetto agli altri social media; una recente indagine ha dimostrato come LinkedIn abbia una percentuale di conversione rispetto a Twitter e Facebook di ben il 227%.

È possibile, in conclusione, utilizzare LinkedIn sia come piattaforma web a disposizione della nostra comunità per discutere e confrontarsi, sia come strumento a disposizione dei nostri collaboratori e tesserati, ma anche come strumento di promozione del nostro brand e delle aziende che fanno parte del nostro mondo. Sono aspetti che una società di calcio dilettantistico può valutare se si sente pronta a cogliere le opportunità e le sfide che questo innovativo strumento mette a disposizione.

ISTRUZIONI PER L’USO
La versione base di Linkedin è gratuita. Per iscriversi basta  andare sul sito https://it.linkedin.com e compilare la registrazione con indirizzo e-mail, nome e cognome e password. Al primo accesso si deve creare un proprio profilo e poi si può cominciare a costruire il proprio network di contatti. Inoltre il sistema ricerca automaticamente dentro il curriculum appena inserito (in particolare nelle scuole frequentate e nelle organizzazioni e aziende per cui si è lavorato) e riporta all’utente i nomi di tutti i potenziali ex- colleghi, clienti od ex-compagni di classe.

Alla fine del processo, l’utente vede una mappa dei propri contatti, dei contatti dei propri contatti e dei contatti dei contatti dei contatti. Di tutte queste persone si possono vedere il curriculum, il lavoro presente e passato, le possibili affinità. Agli accessi successivi, d’altra parte, il sistema mostrerà anche altre informazioni utili alla ricerca di impiego come: annunci di lavoro postati dai membri della rete allargata, nominativi di altre persone che potrebbero essere conosciute, nuovi contatti inseriti dai soggetti della propria  rete.

LinkedIn può essere utile anche per le aziende o le realtà associative o particolari come possono essere le società di calcio dilettantistico, per la creazione di new business, la costruzione di una propria reputazione online, il consolidamento e l’ampliamento della propria rete di contatti.
La forza di LinkedIn proviene anche dalla grande autorevolezza che gli attribuisce Google; se si misura, infatti LinkedIn con Moz si ottiene un risultato altissimo: 100 su 100! Il massimo della credibilità.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password