breaking news New

Musa Juwara: dal centro profughi al gol a San Siro

Musa-Juwara esulta Diciotto anni, domenica 5 luglio ha segnato col Bologna alla Scala del calcio. Una storia fatta di sogni che diventano realtà. La storia di Musa Juwara

Quattro anni fa l’arrivo dal Gambia in Italia su un barcone, precisamente il 10 giugno 2016. Domenica 5 luglio 2020 mette in crisi l’Inter segnando l’1-1 che dà il là al Bologna per la rimonta e la conclusiva vittoria per 2-1. Il tutto alla Scala del calcio, a San Siro. Musa Juwara non credeva nemmeno di entrare. Diciotto anni, sinistro potente e preciso che gli ha permesso di segnare il suo primo gol in Serie A.

Mihajlovic ha creduto in lui ed è stato ampiamente ripagato. “È il mio primo gol in A. Ringrazio il mister che mi ha fatto giocare contro l’Inter – ha detto Juwara ai microfoni di DAZN –. Sto lavorando bene in allenamento, ma non pensavo sarei entrato. È un grande sogno, lo ricorderò per tutta la vita”.

Le origini

Arrivato assieme ad altri 535 profughi a Messina il 10 giugno 2016, Juwara all’epoca ha 14 anni. Minore non accompagnato, viene portato in un centro di accoglienza nella provincia di Potenza. È lì che il ragazzo viene adottato da Vitantonio Suma, allenatore della Virtus Avigliano. È quello il momento in cui avviene la svolta. Musa frequenta la scuola, ma anche i campi da calcio.

Non passa molto tempo e il Chievo Verona lo nota. Nel 2018 Juwara entra nella squadra gialloblù ed esordisce in Serie A appena un anno più tardi.

Musa Juwara un attimo prima del gol contro l'Inter
L’attimo prima del gol contro l’Inter

Il 2019 vede la retrocessione del Chievo Verona, ma Mihajlovic teneva d’occhio già da tempo il talento del Gambia e lo porta a Bologna. Comincia nella Primavera, ma sempre più spesso viene convocato in prima squadra, fino a quando mister Mihajlovic decide di mandarlo in campo.

A San Siro. Contro l’Inter.
Certamente non una partita semplice.

Ma Musa Juwara si è fatto trovare pronto, con l’emozione e l’entusiasmo dei suoi 18 anni. E con il The Guardian che lo ha inserito tra i giocatori più talentuosi della sua generazione.

 

 

Leggi il nuovo numero di Calcio Illustrato!

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password