breaking news New

Pantone: sì, viaggiare (e segnare)

Nord della Slovacchia, regione di Zilina, praticamente a confine con la Polonia. È qui nella città di Dolny Kubin, circa 20.000 abitanti, che vive la terza avventura lontano dall’Italia di Marco Pantone, un avvio di stagione con la Vigor Senigallia e tanti gol in passato con il Portorecanati ma anche con Loreto, Potenza Picena e molte altre. Prima fu la serie A indonesiana a richiamare l’attenzione di questo attaccante “on the road” sempre pronto all’avventura calcistica. Terminata questa esperienza fu la volta della meno esotica ma decisamente più “comoda” San Marino, la scorsa stagione. Quest’anno l’avvio con la Vigor Senigallia appunto e la partenza per la Slovacchia.

Quando l’articolo è stato pubblicato sul sito marcheingol.it, Marco Pantone non aveva ancora esordito in campionato. Cosa avvenuta a metà marzo. Ebbene, esordio migliore non poteva esserci: vittoria con doppietta del bomber marchigiano. Tanto per ribadire le qualità di Marco Pantone anche in un altro Paese europeo come la Slovacchia. Leggiamo l’intervista di marcheingol (fine febbraio 2015).

  • Buongiorno Pantone, come è arrivato in questo nuovo campionato e che tipo di calcio ha trovato?

Sono qua grazie al mio procuratore, lo stesso che mi aveva già portato all’estero. Il calcio è molto diverso da quello italiano, basato molto sulla corsa e sull’intensità, anche se a livello tecnico le qualità ci sono.

  • Non è la sua prima stagione all’estero. Cosa la spinge a fare questo tipo di nuove esperienze?

Ho deciso di ritornare all’estero perché credo che in Italia non ci siano più possibilità di fare bene il proprio lavoro, a determinate condizioni.

  • In che squadra gioca e in quale categoria?

Ho firmato in serie B con il Dolny Kubin appunto […]. Che clima ho trovato? Le scorse settimane anche 18 gradi sotto zero ma piuttosto secco e dunque sopportabile. Direi però che preferisco decisamente il caldo.

  • Quali sono i vostri obiettivi stagionali?

Dobbiamo salvarci. Ci sono quattro partite di campionato poi le prime sei faranno i playoff, le ultime sei i playout e sono altre dieci partite. Possibilità? Molte direi, anche perché la squadra è stata rinforzata.

  • Ci sono altri giocatori non slovacchi in squadra o nel campionato in generale?

In squadra c’è un ragazzo della Repubblica Ceca e sono arrivati tre giovani italiani. In altre squadre che io sappia non ci sono connazionali.

  • Viaggia molto ma continua a seguire da lontano le vicende di casa nostra?

Sì, mi aggiorno sempre su Vigor Senigallia e Portorecanati. Per il Porto mi dispiace molto, credo che ormai abbiano poche possibilità di salvezza. Con la Vigor sono rimasto in ottimi rapporti con i ragazzi e soprattutto con il direttore Cossu: li seguo con particolare affetto.                                         

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password