breaking news New

Schillaci e l’Asante, insieme per i migranti

“Il calcio mi ha cambiato, spero succeda lo stesso a questi ragazzi”. Così ha presentato la sua scelta di guidare la neonata Asante Calcio nella Terza Categoria siciliana l’ex bomber di Italia ’90, Totò Schillaci. Una squadra il cui tratto distintivo è di essere formata da migranti, tutti minorenni, tutti in cerca di un futuro migliore. “Lo scopo è aprire una via concreta di crescita, attraverso il gioco, a degli adolescenti che sono arrivati a Palermo da soli e pieni di aspettative – spiega Schillaci -. L’idea di dar vita al progetto è nata perché un gran numero degli ospiti del Cpa dell’associazione ha mostrato di avere un forte interesse ad allenarsi e a incrementare le proprie capacità e, chissà, un giorno riuscire a realizzare i propri sogni”.

Venti sono i giocatori del team, che si allena tre volte a settimana e la domenica è ospite via collegamento in diretta della trasmissione di Rai 2, “Quelli Che il Calcio”. Il presidente dell’associazione Asante Onlus è Antonino Galasso. Totò Schillaci ne è il direttore tecnico, l’allenatore è Giuseppe Leone, Antonino Lopes è dirigente accompagnatore e Lisa Pellegri ha il ruolo di mediatrice culturale. Obiettivo del progetto è infatti anche quello di permettere ai ragazzi dell’Asante Calcio, regolarmente iscritta alla Figc, di conoscere il territorio siciliano e interagire con i coetanei italiani. “Il calcio aiuta a superare anche momenti difficili: a me il pallone ha cambiato la vita, mi auguro possa farlo anche con questi giovani – dice Totò -. Magari qualcuno lo possiamo arruolare pure al Palermo, chissà…”.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password