breaking news New

Serie A: autunno con la moviola

L’acronimo è Var, che sta per “Video Assistant Referees”. In altri termini sta ad indicare che dopo anni di dibattiti la moviola farà infine il suo esordio nella massima serie calcistica italiana. L’assemblea della Lega di Serie A riunitasi ieri a Milano ha detto sì all’impegno di spesa previsto e ora starà ai tecnici finalizzare i contratti per poter poi dare il via alla fase di sperimentazione della tecnologia di assistenza arbitrale nella prossima stagione 2016/ 2017. 

Dato lo slittamento del voto favorevole, non si inizierà però con i test prima del prossimo ottobre, in coincidenza quindi con la 7a giornata del campionato. La moviola sarà applicata a tre campi per turno, che rimarranno in ogni caso segreti, per consentire lo svolgimento del lavoro con maggiore serenità. Il costo complessivo dell’operazione è di 700/ 800 mila euro che saranno suddivisi a metà con la Federcalcio: la cifra che spetterà versare ad ogni club di Serie A si aggirerà quindi intorno ai 15-20 mila euro, impegno non proibitivo per una innovazione tanto dibattuta e così delicata, che può avere un forte impatto a livello internazionale. 

Luciano Spalletti sull’introduzione della moviola nella Serie A

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password