breaking news New
  • 9:28 am Erogazioni Liberali 2019 Vediamo nel dettaglio i nuovi termini degli adempimenti dichiaratii cui devono attenersi le società sportive dilettantistiche
  • 1:12 pm Differenti idee della fase di possesso Come destreggiarsi nella scelta della modalità di sviluppo di questa fase fondamentale del gioco
  • 10:53 am Ullet Road Church Rebels FC. Più che una squadra, una famiglia A Liverpool c’è una realtà che offre accoglienza e una nuova speranza a ragazzi dal passato difficile che credevano di aver perso tutto
  • 9:41 am Trasferimenti e cessioni: novità normative In vista della nuova stagione sportiva va posta l’attenzione sul comunicato ufficiale n. 377 del 28 giugno 2019 della Lnd, dove si parla delle variazioni intervenute, tra gli altri, agli articoli 101, 103 bis e 110 delle NOIF
  • 12:00 pm Luca e Simone: due gemelli uniti dal pallone Entrambi difensori, entrambi cresciuti tra Cinecittà Bettini e Nuova Tor Tre Teste, da anni calcano i campi della Serie D (Simone ha vinto il campionato col Como). Ad accompagnarli, immancabili, ci sono i loro genitori Massimo e Anna. Ecco a voi la famiglia Sbardella

Il portiere di movimento

Lima giocatore nazionale italiana di futsal Una carta in più che le squadre utilizzano sempre più spesso e con maggiore coscienziosità rispetto al passato. Scopriamo come può essere sfruttato il portiere di movimento

Una delle caratteristiche che differenzia il futsal dagli altri sport è quella dell’utilizzo del portiere di movimento. Con questa speciale caratteristica si attiva una fase del gioco dove una squadra utilizzerà un giocatore in più di movimento rispetto all’avversario. Andiamo ad analizzare nello specifico questa particolare situazione del gioco. Il portiere di movimento permette a una squadra di poter sfruttare il proprio portiere nella metà campo avversaria senza che quest’ultimo abbia limiti di tempo nel possesso del pallone. Ricordiamo infatti che il portiere ha possibilità di toccare solo una volta il pallone nella fase di possesso della propria squadra con il limite di tempo di 4 secondi nella propria metà campo, mentre diventa libero nella metà campo avversaria. Ovviamente, nel momento in cui entra nella metà avversaria e tocca il pallone, azzera la sua possibilità di ritoccarlo nella propria metà campo difensiva a meno che non ci siano tocchi di giocatori avversari. Con lo sviluppo tattico che il futsal sta vivendo nel corso degli anni, le modalità di utilizzo e di sviluppo di questa particolare strategia sono sempre maggiori.

MODALITÁ DI UTILIZZO:
A. Per recuperare un risultato negativo
B. Per fare possesso palla
C. Come strategia di gioco

– A. L’utilizzo classico del portiere di movimento è quello avente l’obiettivo di recuperare un risultato di svantaggio. Prevalentemente viene  utilizzato negli ultimi minuti della gara. La valutazione di cosa si intende per “ultimi minuti della gara” viene ovviamente lasciata al tecnico, il quale pesa questa scelta in base allo svantaggio da recuperare piuttosto che alla lettura della gara del momento e alle caratteristiche della propria squadra.

– B. L’utilizzo per favorire un possesso palla tendente a mantenere un risultato di vantaggio è sempre più utilizzato. Questo sta a significare che la squadra in vantaggio tende a mantenere tale situazione di punteggio utilizzando un giocatore in più in fase di possesso che ha però un vincolo di mobilità, cioè il potersi muovere solo nella metà campo offensiva e non in quella difensiva. Questa strategia ha, come tutte, dei vantaggi e degli svantaggi che ogni allenatore può valutare e pesare per meditarne il successivo utilizzo.

– C. L’utilizzo del portiere, come nella lettera B, viene poi amplificato a volte con un utilizzo anomalo del portiere di movimento. Nello specifico diciamo che il tecnico lavora e prepara il gruppo affinché il portiere partecipi attivamente alla fase di possesso della propria squadra scegliendo di azione in azione la sua attivazione nel gioco.

LA FIGURA DEL PORTIERE DI MOVIMENTO
I giocatori scelti dal tecnico per ricoprire tale ruolo devono sicuramente essere in possesso di un’ottima visione di gioco, di alta qualità di passaggio e di buoni tempi di gioco. Prevalentemente si utilizza per tale ruolo un giocatore di movimento in possesso di abilità tecniche superiori a quelle di un portiere, anche se, al giorno d’oggi, spesso ci si trova di fronte a portieri molto dotati tecnicamente che possono senza alcuna difficoltà essere utilizzati come giocatori di movimento aggiuntivi. Pertanto spetta al tecnico, in base ai giocatori a disposizione e alla modalità di utilizzo del portiere di movimento, decidere a quale giocatore affidare tale ruolo. Per concludere va detto che il portiere di movimento va curato, così come tutti i restanti aspetti del gioco, in maniera dettagliata. La scelta su quanto e come utilizzarlo spetta ovviamente ai tecnici, l’importante è che possa diventare uno strumento utile anche ai fini della crescita della spettacolarità del gioco e non si trasformi invece in elemento ostativo allo show che il futsal deve offrire.

 

Focus Su > SCHEMI
Posizione del portiere di movimento
Altra valutazione da fare è quella sulla posizione in cui utilizzare il portiere di movimento. In particolare, non avendo tale giocatore la possibilità di tornare nella propria metà campo in possesso palla, scegliere la posizione affinché possa divincolarsi al meglio da un eventuale pressing avversario e, soprattutto, la migliore posizione affinché sia sempre in grado di effettuare il cambio con il portiere di ruolo ogni qualvolta sia necessario (distanza dalla zona di cambio). Come detto in precedenza, alla struttura prescelta vengono poi collegati una serie di movimenti e combinazioni che porteranno a possibili giocate di finalizzazione.

 

 

 

 

 

 

Strutture portiere di movimento
Le strutture utilizzate per il gioco con il portiere di movimento sono di diverso tipo, e ogni allenatore si ingegna per ricercare soluzioni di finalizzazione sempre differenti e innovative. Di seguito mostreremo alcuni esempi di strutture di base per il gioco con il portiere di movimento su cui poi ogni allenatore potrà disegnare le proprie azioni e movimenti di finalizzazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password