breaking news New
  • 9:28 am Erogazioni Liberali 2019 Vediamo nel dettaglio i nuovi termini degli adempimenti dichiaratii cui devono attenersi le società sportive dilettantistiche
  • 1:12 pm Differenti idee della fase di possesso Come destreggiarsi nella scelta della modalità di sviluppo di questa fase fondamentale del gioco
  • 10:53 am Ullet Road Church Rebels FC. Più che una squadra, una famiglia A Liverpool c’è una realtà che offre accoglienza e una nuova speranza a ragazzi dal passato difficile che credevano di aver perso tutto
  • 9:41 am Trasferimenti e cessioni: novità normative In vista della nuova stagione sportiva va posta l’attenzione sul comunicato ufficiale n. 377 del 28 giugno 2019 della Lnd, dove si parla delle variazioni intervenute, tra gli altri, agli articoli 101, 103 bis e 110 delle NOIF
  • 12:00 pm Luca e Simone: due gemelli uniti dal pallone Entrambi difensori, entrambi cresciuti tra Cinecittà Bettini e Nuova Tor Tre Teste, da anni calcano i campi della Serie D (Simone ha vinto il campionato col Como). Ad accompagnarli, immancabili, ci sono i loro genitori Massimo e Anna. Ecco a voi la famiglia Sbardella

Riscopriamo la fantasia:
ritorno all’1vs1

Il colpo di genio, la capacità di lettura della situazione nello scontro contro l'avversario possono essere determinanti ai fini del risultato e anche dello spettacolo in campo

Il futsal è una disciplina spettacolare, uno sport e un gioco imprevedibile. Sport che se per gesti tecnici naturali è ovviamente riconducibile al calcio, dal punto di vista tattico si avvicina molto anche ad altre discipline, una su tutte il basket. Il futsal è uno sport a carattere puramente tattico, il concetto di gioco di squadra la fa da padrone in quanto in uno spazio così ridotto diventa difficile poter fare a meno della prestazione e della presenza attiva anche di un singolo giocatore. Ovviamente la domanda sorge spontanea: dove inserire il talento? Il talento sono del parere che vada suddiviso in due modalità differenti: da un lato troviamo il talento inteso come conoscenza della disciplina, conoscenza di tutti i dettagli che costituiscono una partita, un’azione, una giocata, la conoscenza insomma di tutti quelli che sono gli elementi del gioco affinché il singolo atleta possa ricercare le migliori soluzioni alle problematiche che il campo gli pone dinanzi. Dall’altro il talento inteso come fantasia, spettacolo, capacità tecniche… quel qualcosa che infiamma il pubblico, infiamma le gare, da brividi ai tifosi.
In fondo il talento implica spettacolo, lo spettacolo allieta e avvicina i tifosi alla nostra disciplina e crea di conseguenza modelli per i bambini, cioè per coloro che dovranno domani costituire nuova linfa e il cambio di generazione. Non a caso inserendo su un qualunque motore di ricerca la parola futsal immediatamente ci ritroveremo video dei “famosi” Ricardinho Falcao Foglia etc etc…cioè tutti coloro i quali assicurano spettacolo alla disciplina. Negli ultimi anni si è avuto un cambiamento nella competizione inteso proprio come un nuovo orientamento del gioco. L’aspetto difensivo sta diventando sempre più preponderante su quello offensivo e la strategia sta diventando sempre più elemento risolutivo del gioco. Sia nelle competizioni nazionali che internazionali, sia in quelle di club che non, le partite sono praticamente sempre decise da situazioni strategiche (palle inattive, portiere di movimento), a dimostrazione di un innalzamento del livello generale dell’aspetto tecnico-tattico delle squadre. É però importante che la crescita tecnico-strategica della disciplina vada di pari passo con quella della tecnica e dello spettacolo.

LA RICERCA DEL TALENTO: 1 VS 1
È fondamentale la costruzione, sin dall’attività giovanile, dell’atleta dal punto di vista della tecnica individuale unitamente alla capacità dello stesso atleta di poterla mettere in pratica. Spesso l’errore risiede nella volontà di ricercare il risultato, risultato che soprattutto in età giovanile difficilmente viaggia sullo stesso binario della formazione del giovane atleta con connessa capacità di accettare l’errore. ll giocatore in generale deve assumersi responsabilità importanti durante il gioco al fine di trovare soluzioni diverse e significative per lo stesso. In un regime di equilibrio la giocata o l’invenzione del singolo possono rompere l’equilibrio. In particolare , così come avviene in Brasile (la patria del futsal) , la ricerca del gioco di 1vs1 è fondamentale nella crescita del giocatore di Calcio a 5 al fine di stimolare nell’atleta la continua ricerca di soluzioni utili al superamento del diretto avversario. L’1vs1 è qualcosa che va lavorato nella modalità di conduzione della palla verso l’avversario, la tipologia di finta da utilizzare nelle diverse situazioni del gioco, la tipologia di finalizzazione successiva alla finta, il movimento del corpo senza palla all’atto della finta ,etc etc…
Personalmente penso sia importante prima effettuare lavoro in esercizio per l’acquisizione di un determinato tipo di gesto per poi passare ad utilizzarlo in esercitazione (con presenza di avversari). Ovviamente quando parlo di 1vs1 non parlo solo dell’aspetto meramente tecnico, ma anche del concetto di rischio legato ad accettare nelle due fasi di gioco situazioni di questo tipo. Da un duello individuale può nascere una finalizzazione verso la porta avversaria, una situazione di superiorità numerica, un assist illuminante per un compagno, etc etc…

Focus Su > ESERCITAZIONI

A. 1vs1 – smarcamento – difesa individuale – finalizzazione
Giochiamo una semplice gara 2vs2 dividendo la zona di campo (20x20m) in 2 sezioni all’interno del quale potrà giocare solo un giocatore per squadra. Non c’è possibilità di effettuare cambi di zona.

Varianti
Possibilità di variare la zona di campo di riferimento solo per difensori,solo per attaccanti, per entrambi

Giocatori necessari
4 Giocatori di movimento,
2 portieri

Materiale necessario
Fratini – palloni – coni

 

B. Possesso – difesa individuale e posizionamento difensivo – sistema di gioco in fase di possesso
Effettuiamo una normale partita 4vs4 in una zona di campo che scegliamo a nostro piacimento (possiamo decidere di variare le zona di campo di lavoro). La squadra azzurra definirà delle marcature predefinite con ognuno dei rispettivi avversari colorati in modo da sviluppare una marcatura individuale ben definita. Correzione dei concetti difensivi ed offensivi nell’ 1 vs1

Varianti
Numero di tocchi in fase di possesso; alternanza numero tocchi tra i giocatori della squadra in possesso

Giocatori necessari
8 Giocatori di movimento, 2 portieri

Materiale necessario
Fratini – palloni – coni


C. 1vs1 – smarcamento – difesa individuale e cambi marcatura – finalizzazione
Normale partita 4vs4 dove il campo suddiviso in 4 quadranti di 10x10m. All’interno di ogni quadrante può stazionare 1 giocatore per squadra. La gara si sviluppa quindi con situazioni di 1vs1 in ognuno dei 4 quadranti.

Varianti
Numero tocchi, possibilità di cambiare zona per possessori palla, limitazione passaggi a determinate zone

Giocatori necessari
8 giocatori di movimento, 2 portieri

Materiale necessario
Fratini – palloni – coni

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password