breaking news New
  • 9:28 am Erogazioni Liberali 2019 Vediamo nel dettaglio i nuovi termini degli adempimenti dichiaratii cui devono attenersi le società sportive dilettantistiche
  • 1:12 pm Differenti idee della fase di possesso Come destreggiarsi nella scelta della modalità di sviluppo di questa fase fondamentale del gioco
  • 10:53 am Ullet Road Church Rebels FC. Più che una squadra, una famiglia A Liverpool c’è una realtà che offre accoglienza e una nuova speranza a ragazzi dal passato difficile che credevano di aver perso tutto
  • 9:41 am Trasferimenti e cessioni: novità normative In vista della nuova stagione sportiva va posta l’attenzione sul comunicato ufficiale n. 377 del 28 giugno 2019 della Lnd, dove si parla delle variazioni intervenute, tra gli altri, agli articoli 101, 103 bis e 110 delle NOIF
  • 12:00 pm Luca e Simone: due gemelli uniti dal pallone Entrambi difensori, entrambi cresciuti tra Cinecittà Bettini e Nuova Tor Tre Teste, da anni calcano i campi della Serie D (Simone ha vinto il campionato col Como). Ad accompagnarli, immancabili, ci sono i loro genitori Massimo e Anna. Ecco a voi la famiglia Sbardella

Tesseramento minori stranieri: tutte le norme

segreteria-registro-coni-novita

Con l’inizio della nuova stagione sportiva, può essere utile mettere a fuoco le normative vigenti in ordine al tesseramento dei calciatori e delle calciatrici stranieri nell’ambito delle categorie dilettantistiche, in particolare di quelli minori di età. La normativa generale del tesseramento dei calciatori e delle calciatrici stranieri per le Società dilettantistiche è contenuta nell’articolo 40 quater, delle N.O.I.F., mentre il successivo articolo 40 quinquies, delle N.O.I.F. regola l’analoga materia per le Società appartenenti alle Società della Divisione Calcio a Cinque. Entrambe le norme sono state di recente rivisitate dal Commissario Straordinario della F.I.G.C. e le relative modifiche, non di carattere sostanziale, sono state pubblicate sul comunicato ufficiale della Federazione stessa n. 58 del 1° giugno 2018, integralmente riportato dalla Lega Nazionale Dilettanti su proprio comunicato ufficiale n. 311 del 4 giugno 2018. Al riguardo, giova ricordare che le Società dilettantistiche possono richiedere il tesseramento di calciatori e calciatrici stranieri, sia comunitari che extracomunitari, provenienti da Federazione estera entro il 31 dicembre 2018.

Tutto ciò premesso, occorre adesso focalizzare le normative e le procedure concernenti il tesseramento dei calciatori e delle calciatrici minori di età. In proposito, sono tre le fonti regolamentari alle quali fare riferimento, due dettate dall’ordinamento dello Stato Italiano e la terza dettata dalla F.I.F.A.

In primo luogo prendiamo in esame quella derivante dalla Legge n. 12 del 20 gennaio 2016, cosiddetta “Ius Soli Sportivo”, la cui applicazione deve seguire, per la stagione sportiva in corso, l’iter descritto dalla Circolare n. 75 pubblicata dalla Lega Nazionale Dilettanti il 20 giugno 2018. Tale Circolare, nell’allegare il testo della citata Legge, reitera le analoghe pubblicazioni avvenute nel 2016 e nel 2017, laddove si specificano l’ambito di applicazione della Legge stessa e le modalità di tesseramento nonché la documentazione prevista. Le richieste di tesseramento in applicazione alla Legge 12/2016 devono essere trattate dalle Società con il Comitato Regionale, la Divisione Calcio a Cinque e i Dipartimenti di competenza.

In secondo luogo, si deve considerare quanto previsto dalla Legge n. 205 del 17 dicembre 2017, cosiddetta “Legge di Bilancio 2018”, la cui applicazione deve seguire l’iter descritto nella nota informativa della F.I.G.C. emanata il 22 febbraio 2018 e reiterata dalla L.N.D. con una specifica nota trasmessa ai Comitati Regionali, alla Divisione Calcio a Cinque ed ai Dipartimenti.

Le richieste di primo tesseramento riferite alla suddetta normativa dovranno essere trattate con i Comitati Regionali, la Divisione Calcio a Cinque e i Dipartimenti di competenza, mentre le richieste riferite a calciatori e calciatrici provenienti da Federazione estera, sempre riferite a tale normativa, dovranno essere inviate alla “Commissione Minori della F.I.G.C.”.

Da ultimo, esaminiamo la terza fonte normativa, quella riferita all’articolo 19, del Regolamento della F.I.F.A. sullo status e il trasferimento dei calciatori. Per i calciatori e le calciatrici minorenni stranieri che abbiano compiuto i dieci anni di età, la richiesta di tesseramento corredata da tutta la documentazione necessaria, deve essere inviata per via telematica alla “Commissione Minori della F.I.G.C.”, attraverso il portale della Lega Nazionale Dilettanti. Se la richiesta risulterà completamente in linea con le disposizioni contenute nel citato artico 19, del regolamento della F.I.F.A., il tesseramento verrà autorizzato direttamente dalla suddetta Commissione Federale. Se, invece, la richiesta non rientra tra quelle direttamente valutabili dalla F.I.G.C., l’istanza di autorizzazione verrà trasmessa alla Sottocommissione F.I.F.A. per le determinazioni di competenza. In questo caso è obbligatorio produrre la documentazione, oltre che in italiano, anche in una delle quattro lingue ufficiali della F.I.F.A., cioè inglese, francese, tedesco e spagnolo. In caso di trasferimento internazionale la competenza resta in capo all’Ufficio Tesseramento della F.I.G.C., previa approvazione della “Commissione Minori della F.I.G.C.”.

Va evidenziato, con riferimento alle richieste di tesseramento di calciatori e calciatrici minorenni non accompagnati dai genitori (affido/tutela), che la Sottocommissione della F.I.F.A. e il Tribunale Arbitrale dello Sport (T.A.S.), hanno più volte affermato, anche di recente, che l’eventuale delega della potestà genitoriale di un minore a un parente o a un terzo soggetto non può essere considerata quale eccezione al generale divieto di cui all’articolo 19, comma 2, del Regolamento F.I.F.A., non riconoscendo la figura del tutore quale alternativa a quella dei genitori.

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password