breaking news New
  • 10:55 am L’unione che fa la forza In area romana il futsal sta vivendo una nuova giovinezza grazie al grande lavoro delle società a partire dal settore giovanile
  • 11:32 am La squadra ai tifosi, perchè no? Oltre l’immagine per lo più negativa che si tende ad associare al tifo organizzato, ci sono realtà sane che sono ripartite proprio grazie alla passione dei propri supporters
  • 10:46 am Società sportive e note di credito IVA Criticità e riflessioni circa la possibilità di emissione in diminuzione da parte delle Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche in regime di Legge 398/91
  • 9:28 am Erogazioni Liberali 2019 Vediamo nel dettaglio i nuovi termini degli adempimenti dichiaratii cui devono attenersi le società sportive dilettantistiche
  • 1:12 pm Differenti idee della fase di possesso Come destreggiarsi nella scelta della modalità di sviluppo di questa fase fondamentale del gioco

Totti, in una lettera il suo amore per la Roma

“La gente mi chiede, perché spendere la tua intera vita alla Roma? Roma è la mia famiglia, i miei amici, le persone che amo. Roma è il mare, le montagne, i monumenti. Roma, ovviamente, sono i romani.Roma è il giallo e il rosso. Roma, per me, è il mondo. Questo club, questa città, sono stati la mia vita. Sempre”.

Sul sito theplayerstribune.com, il capitano della Roma Francesco Totti parla a cuore aperto del suo amore per la squadra della Lupa, di una passione tutta casalinga tramandata di generazione in generazione dal nonno al padre a lui, che oggi come sempre considera la Roma l’unica vera casa, da cui non sarebbe mai stato possibile allontanarsi: “Per 39 anni, Roma è stata casa mia. Per 25 anni come calciatore, Roma è stata casa mia -sottolinea il numero 10 giallorosso-. O vincendo lo scudetto o giocando in Champions League, spero di aver rappresentato e portato i colori di Roma più in alto che potessi. Spero di avervi reso orgogliosi. Quando guardo indietro nel tempo e penso a quello che perderò, so che sarà la routine, la vita di tutti i giorni. Le ore spese ad allenarsi, le chiacchierate nello spogliatoio. Penso che quello che mi mancherà di più è condividere un caffè con i miei compagni ogni giorno. Forse, se tornerò come dirigente un giorno, quei momenti ci saranno ancora”

Totti ricorda gli inizi, quella fede categorica in un’unica maglia che portò la madre ad esempio, il “capo in casa. Lo è ancora”, a dire di no al Milan che bussò alla porta quando Francesco aveva 13 anni: “Gli uomini del Milan mi chiesero di unirmi a loro. Un’opportunità di far parte di un grande club italiano. Cosa avrei scelto? Beh, non fu una mia decisione, ovviamente. Mia madre era il capo. Lo è ancora. Ed è piuttosto attaccata ai suoi figli, diciamo. Come tutte le mamme italiane, era un po’ iperprotettiva. Non voleva che lasciassi casa per timore che qualcosa potesse accadermi. “No, no”, disse ai dirigenti. Era tutto quello che aveva da dire. “Mi dispiace, no, no”. Quella fu la fine. Il mio primo trasferimento fu negato dal capo”. 

E poi il momento più delicato della sua carriera, quando quella casa, Roma, pensò per un attimo di lasciarla per andare al Real Madrid: “Quando una squadra di grandissimo successo, forse la più forte al mondo, ti chiede di unirti a lei ti cominci a chiedere come potrebbe essere la vita altrove. Parlai con il presidente della Roma, e fu un confronto fondamentale. Poi parlai con la mia famiglia, che mi ricordò cos’è che conta realmente nella vita. La propria casa è tutto”. 

Vicino ai quarant’anni il capitano giallorosso sente il bisogno di un bilancio, una confessione pubblica di tutto quello che la città di Roma e la squadra della vita hanno rappresentato per lui, una squadra che lo ha costretto anche a rinunce dolorose, dandogli in cambio un orgoglio e un affetto smisurato, una identità indiscutibile, il calore di un pubblico per cui più che una bandiera il capitano è l’effige stessa del club. La Roma è stato ed è il sogno di Totti, e Totti è il sogno dei tifosi giallorossi: “Per 25 anni la pressione – questo privilegio – non sono mai cambiati”.  

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password