breaking news New

Tre su tre storica Vultur!

E sono tre. Dopo la Coppa Italia regionale e la vittoria del campionato di Eccellenza, la Vultur Rionero conquista anche la Supercoppa Basilicata a riprova che questa è stata veramente una stagione indimenticabile. Un triplete fantastico che il sodalizio bianconero ha meritato ampiamente dimostrando sempre il proprio valore sul campo di gioco.

La ciliegina sulla torta di una stagione fantastica si chiama dunque Supercoppa Basilicata, la nuova competizione introdotta quest’anno dal Comitato Regionale della Lnd Basilicata e che ha visto di fronte le vincitrici delle Coppa Italia Basilicata di Eccellenza e di Promozione.

Nella finale disputata allo stadio “Pasquale Corona” di Rionero in Vulture la compagine del Presidente Mauro Nardozza ha avuto la meglio, di misura, sul combattivo Real Senise. La rete del successo è stata firmata dal bomber Salvatore Brindisi al 27’ della ripresa. Da segnalare anche il rigore parato, qualche minuto prima, dal portiere ospite Labriola su conclusione di Natiello. “Sono soddisfatto dello svolgimento di questa competizione – ha sottolineato il Presidente del CR Lnd Basilicata Piero Rinaldi – sia per la correttezza dimostrata dalle due squadre, sia per l’evolversi della gara che è stata sempre avvincente. Voglio complimentarmi con la Vultur Rionero per questo ennesimo titolo conquistato in una stagione davvero da ricordare e con il Real Senise per essersi battuto con coraggio. Credo che lo sdoppiamento della Coppa Italia che poi ha portato a questa Supercoppa abbia funzionato e pertanto la riproporremo anche nella prossima stagione”.

Gli Undici della Virtus 

Grande e giustificata l’euforia in casa della Vultur: “Penso che conquistare la Supercoppa Basilicata sia stata la maniera migliore per chiudere una stagione davvero indimenticabile per la piazza di Rionero – ha sostenuto il Presidente Mauro Nardozza -. Grazie ai ragazzi e ai nostri tifosi che sono stati il valore aggiunto di questa nostra fantastica stagione”. “Per noi non è stato facile disputare una competizione importante come la Supercoppa dopo una settimana di festeggiamenti per la vittoria del campionato di Eccellenza e quindi per la promozione in Serie D – ha spiegato il tecnico della Vultur Pasquale D’Urso -. L’approccio mentale alla gara non è stato dei migliori, ma anche se non siamo stati particolarmente brillanti credo che la partita sia stata sempre sotto il nostro controllo. Abbiamo fallito tante occasioni da rete e addirittura un rigore, ma va bene così, perché per noi vincere anche la Supercoppa è davvero un risultato straordinario”.

Concetto rimarcato anche dal match winner Salvatore Scavone: “Sono davvero contentissimo per il gol che ha deciso la finale – ha dichiarato il centravanti della Vultur -. Divido questa soddisfazione con i miei compagni di squadra che mi hanno messo nelle condizioni di segnare”.


ONORE AL REAL SINISE

Soddisfazione nonostante il secondo posto conquistato è emersa dalle parole del Presidente del Real Senise. “Eravamo consapevoli della forza e della qualità dell’avversario – ha affermato Rosario Marino – ma ce la siamo giocata senza paura onorando la competizione fino alla fine. C’è un po’ di rammarico per il risultato, certo, ma siamo usciti dal campo a testa alta dopo aver dato veramente tutto”. 

I ragazzi del Real Senise

Gli fa eco l’allenatore del club senisese. “Uscire dal campo di gioco accompagnati dall’applauso della tifoseria avversaria testimonia che siamo stati dei buoni avversari e che abbiamo disputato una gara più che dignitosa – ha dichiarato Bernardino Filardi -. Sono soddisfatto per quanto fatto e per i progressi che la squadra ha evidenziato dall’inizio della stagione. Un dato importante se si pensa che il gruppo è giovane e che in questa finale non potevamo avere a disposizione diversi elementi. Peccato per il risultato, ma perdere contro la Vultur attuale ci può stare. Non posso rimproverare assolutamente nulla alla prestazione dei miei ragazzi”.

Uno dei protagonisti principali della finale è stato il portiere Labriola: “Sapevamo del divario tecnico tra noi e la Vultur – ha affermato il numero uno del Real Senise – e le numerose palle gol create dai padroni di casa lo dimostrano. Abbiamo cercato di fare del nostro meglio opponendoci alle loro conclusioni. Sono riuscito a parare anche un rigore, ma alla fine mi sono dovuto arrendere su una conclusione di Scavone. Usciamo sconfitti da questa competizione, ma consapevoli da aver disputato una bella finale”.             

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password