breaking news New

Vannes Olympique: la nuova frontiera del Marketing Relazionale

vannes olympique Per ripartire e trovare nuovo slancio le società sportive, in particolare quelle dilettantistiche, dovranno farsi trovare pronte a nuove sfide non solo sui campi da gioco, ma anche in chiave di comunicazione e promozione del proprio brand

Spazio alla creatività, all’innovazione, alla costruzione di un marketing relazionale sempre più stretto con le tifoserie e a strategie commerciali molto più aggressive (nel senso positivo del termine) rispetto al recente passato. L’emergenza sanitaria sta obbligando i club a rimettersi in gioco e a trovare nuove idee per sopperire alla contingente crisi economica.

Da un lato si punta a mantenere i rapporti con gli sponsor cosiddetti “attivi” (in vista della prossima stagione), dall’altro a intercettare realtà partner che, magari, fino ad oggi, non hanno mai scelto di investire sul “prodotto” calcio.

SCENARI FUTURI IN ATTESA DI TORNARE ALLA NORMALITÀ

Il mondo dello sport, più di altri settori ha subito i contraccolpi della pandemia da Covid-19. Adesso deve affrontare, a testa alta, il difficile momento economico, con la volontà di individuare nuove strade da percorrere (a partire dall’ambito commerciale e sponsorizzativo).

È chiaro che ci troviamo di fronte ad un mercato forte mente modificato rispetto già a pochi mesi fa e anche la proposta del “credito d’imposta” su input del Comitato 4.0 (ne fanno parte diverse leghe e federazioni nazionali) ha come obiettivo individuare risorse economiche di sostegno al movimento sportivo nazionale (sia a livello professionistico, sia in ambito dilettantistico).

Nuove idee sono in arrivo dalla Francia, per rispondere alla crisi che sta colpendo il calcio, soprattutto nelle serie cosiddette “minori”.

marcel vulpisIL VANNES OLYMPIQUE CLUB LANCIA IL “WELCOME PACK” PER I NUOVI SPONSOR

Il Vannes Olympique Club (VOC), iscritto in questa stagione al “Championat National” (la terza divisione d’Oltralpe), ha lanciato un’iniziativa marketing collegata alla maglia di gioco, per intercettare nuovi sponsor.

Il club (fondato nel lontano 1892) ha offerto ai nuovi spender di “far parte della casacca” di gioco, proponendo specifici spazi a costi molto ridotti. Più in generale, sarebbe corretto parlare di “pacchetto opportunità” (ad appena 1.500 euro).

Non c’è infatti solo la parte legata alla sponsorship, ma anche posti vip e ospitalità durante i match interni, eventi riservati ai partner, e, in 5 partite, è prevista, da contratto, l’apposizione del logo sul retro dei calzoncini (shorts sponsor). Di fatto la piccola realtà transalpina ha ideato un “welcome pack” in chiave marketing-commerciale per intercettare nuovi investitori.

Il livello di accesso è chiaramente molto basso, ma il club raggiunge due obiettivi: il prezzo è un booster per l’ingresso di realtà interessate alla piattaforma-calcio. Contestualmente l’area sponsorship del VOC intende fidelizzare i rapporti con questi partner.

L’obiettivo dichiarato è far crescere il loro impegno economico nel medio periodo. Sempre la società d’Oltralpe sta lavorando (appena gli stadi saranno riaperti al pubblico) per potenziare le zone ospitalità. Oltre a ciò ha studiato operazioni di co-marketing all’interno delle sedi delle aziende sponsor.

In molti casi si tratta di realtà fortemente radicate sul territorio, dove impiegati e dirigenti, sono appassionati e calcio e seguono abitualmente le imprese sportive del Vannes Olympique Club. I media francesi hanno valutato positivamente l’operazione di “benvenuto”, a livello sponsorizzativo, studiata dal VOC.

L’iniziativa ha trovato forte consenso anche tra le società inserite nel “Championat National”. A conferma della volontà, da parte di questi club, di testare nuove forme commerciali per rispondere alle esigenze di una domanda che, proprio in questa Fase 3 della pandemia, deve essere stimolata rispetto al passato.

I consigli per i Club

È bene ricordare che le sponsorizzazioni, così come le pubblicità tv, sono una percentuale fissa dei fatturati aziendali, ma anche una “cartina di tornasole”, per non dire “termometro”, di un mercato florido. Ecco perché diventa importante che i club delle Serie D si attivino sui territori per stringere rapporti con le realtà “sane”.

Le imprese, anche in un momento di difficoltà, non devono rinunciare a comunicare e il calcio, soprattutto quello locale, è una vetrina unica per lanciare messaggi positivi proprio in una fase di emergenza. È quella che in ambito marketing, oltre che commerciale, viene definita operazione “win-win”, ovvero vincente per tutti i soggetti coinvolti.

In sintesi non deve mai mancare, ed è importante sottolinearlo con forza, il coraggio abbinato alla creatività. Oltre a ciò diventa strategico l’elemento della velocità do azione. Nelle fasi di crisi, temporeggiare infatti non paga mai e ad uscire vincenti da questa “tempesta” saranno soprattutto le società di “D” in grado di muoversi appunto con coraggio, creatività e velocità di azione.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password